Sabato 21 giugno l'appuntamento con 'Il giorno più lungo'

Una giornata dedicata a chi assiste i malati di Alzheimer

Sabato 21 giugno, AIMA Biella – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, con la collaborazione dell’ASL BI ed in partnership con l’Opera Pia Cerino Zegna e con il Centro di Servizio per il Volontariato, propone la seconda edizione dell’iniziativa dal

Stampa Home
Articolo pubblicato il 18-06-2014 alle ore 00:00:00.
una-giornata-dedicata-a-chi-assiste-i-malati-di-alzheimer-560fc6c6b7e713.jpg
Una giornata dedicata a chi assiste i malati di Alzheimer

Sabato 21 giugno, AIMA Biella – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, con la collaborazione dell’ASL BI ed in partnership con l’Opera Pia Cerino Zegna e con il Centro di Servizio per il Volontariato, propone la seconda edizione dell’iniziativa dal titolo “Il giorno più lungo”.

Si tratta di una giornata dedicata a chi assiste le persone con Malattia di Alzheimer, proposta proprio in occasione del giorno più lungo dell’anno, il 21 giugno, a testimoniare quanto siano lunghe le giornate per i malati affetti da demenze e per coloro che se ne prendono cura. Contemporaneamente, si terranno i festeggiamenti per il 25° anno della fondazione di AIMA Biella, da sempre in prima linea al fianco delle persone affette da Malattia di Alzheimer e a chi se ne occupa.

Spiega Bernardino Debernardi, Direttore della Struttura Complessa Geriatria Post Acuzie dell’ASL BI: “Anche quest'anno si vuole rispettare il principio di una sorta di staffetta tra Biellese Occidentale ed Orientale. Mentre lo scorso anno la giornata itinerante si è svolta al Centro Diurno Alzheimer "Antonio Barioglio" di Trivero, dove è stata proposta una festa, molto partecipata, per gli ospiti del centro e per i loro famigliari, quest'anno viene proposta una merenda presso la casa di riposo  "Maria Grazia" di Lessona, vista la disponibilità della stessa a farsi carico dell'iniziativa”.

“Il giorno più lungo” prenderà avvio alle ore 9.30, a Palazzo Gromo Losa di Biella, in Corso del Piazzo 24, con un incontro aperto al pubblico e ad ingresso gratuito per parlare dei servizi e dei progetti rivolti alle persone affette da demenze e a chi si prende cura di loro. Per l’occasione, è previsto l'intervento in apertura di Gianfranco Zulian, Direttore Generale dell’ASL BI, a cui seguiranno quelli di Patrizia Spadin, Presidente nazionale di AIMA, e di Adriano Guala, Primario emerito di Geriatria e cofondatore di AIMA Biella. Bernardino Debernardi, primario della Geriatria Post Acuzie dell’ASL BI, parlerà degli esiti delle collaborazioni in atto tra l’associazione AIMA Biella e l’Azienda Sanitaria Locale di Biella, focalizzando l’attenzione sulle attività del Centro della Memoria “Adele Majoli”, collocato proprio all’Ospedale degli Infermi. Il Centro della Memoria segue attualmente circa 1.000 persone, occupandosi non soltanto degli aspetti clinici, ma anche degli aspetti famigliari, sociali, di tutela legale e dei rapporti con altri servizi dedicati ai pazienti. La psicologa Stefania Caneparo parlerà della “Palestra della Memoria” attivata di recente in uno dei locali messi a disposizione dalla cooperativa ANTEO, in via Lamarmora a Biella, e che conta attualmente circa 70 iscritti. Anna Collobiano, psicologa, illustrerà l’esperienza del “Caffé Alzheimer” di Biella e si soffermerà sugli esiti della recente apertura di un altro Caffé Alzheimer, a Cossato. I Caffè Alzheimer sono veri e propri bar in cui, a cadenze periodica, al momento mensile, gli ammalati ed i loro famigliari si ritrovano e condividono i propri problemi, sotto la guida della psicologa Anna Collobiano e, in genere, di un esperto che tratta di problemi inerenti la malattia, i servizi sociali, la salute. Nella mattinata di sabato 21 Giugno, interverrà anche Manuela Tamietti, socia di AIMA Biella, attrice e doppiatrice, che si cimenterà nel racconto delle esperienze vissute da chi accudisce. Concluderà Franco Ferlisi, Presidente di AIMA Biella, accennando alle iniziative future dell'Associazione che, si ricorda, ha reso possibile l'apertura, nel Dicembre 2012, del Centro della Memoria “Adele Majoli” presso l'ASL di Biella, insieme ad IRIS, CISSABO e al Comune di Biella. L’associazione ha anche sponsorizzato altre iniziative, tra cui proprio i Caffè Alzheimer e la Palestra della Memoria e ha finanziato la partecipazione di medici ed infermieri dell’ASL BI a corsi formativi. La mattinata di sabato si chiuderà con un aperitivo a buffet nella splendida cornice di Palazzo Gromo Losa.

Nel pomeriggio, alle ore 15, avverrà, infine, il trasferimento alla Residenza “Maria Grazia” di Lessona, dove si terranno un incontro ed una merenda con i volontari ed i frequentatori del Caffé Alzheimer di Cossato.

Tags: il giorno più lungo, aima, asl bi, anteo, alzheimer

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia