Il funerale è stato celebrato giovedì in Duomo

Una folla di persone per l'addio a don Aldo Garella

Una cattedrale stracolma per dare l’addio ad un prete che ha vissuto tutta la sua vita nella semplicità donando ai fedeli il suo cuore.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04-10-2014 alle ore 00:00:00.
una-folla-di-persone-per-laddio-a-don-aldo-garella-560fd36ba77d53.jpg
Il funerale è stato celebrato giovedì in Duomo

Una cattedrale stracolma per dare l’addio ad un prete che ha vissuto tutta la sua vita nella semplicità donando ai  fedeli il suo cuore.

E’ stato celebrato giovedì pomeriggio al Duomo il funerale di don Aldo Garella, il sacerdote scomparso lunedì scorso all’età di 76 anni. La chiesa è bastata malapena ad ospitare tutti i fedeli, gli amici e gran parte dei sacerdoti della Diocesi di Biella, che si sono raccolti in un profondo silenzio.

La celebrazione è stata officiata dal vescovo di Biella, Gabriele Mana. Dopo un breve percorso della vita di don Garella, ha ricordato il fratello scomparso come un uomo dai grandi valori cristiani: «Il silenzio unisce più delle parole - ha detto il vescovo -. L’ultima volta che ho visto don Aldo è stata proprio una settimana fa esatta. Avevo notato in lui un grande miglioramento della sua fragile salute. Era molto grintoso, aveva la volontà di fare tante cose nuove, “devo camminare” mi disse. Mai avrei penato che solamente dopo qualche giorno avrebbe lasciato la vita terrena. La provvidenza ha voluto che celebrassimo il suo funerale proprio oggi, nel giorno della festa degli Angeli - conclude -,  una ricorrenza che lui amava tanto».

Don Garella era una figura molto conosciuta nel Biellese. Fu ordinato parroco nel giugno del 1963. Prestò la sua opera sacerdotale al Duomo per quattro anni. Tra i suoi impegni più importanti:  ricoprì per un decennio la carica di rettore al Santuario di Oropa e per altri sette anni in quello di Graglia. Qualche anno fa, diede il via alla realizzazione del centro per anziani “La Taruzza” di Salussola. Era stimato e amato da tutti, soprattutto dai giovani parroci ai quale era molto legato.

Mauro Pollotti
paesi@nuovaprovincia.it

Tags: funerale, don aldo garella, biella, salussola, lutto

Articoli dello Stesso Argomento

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia