La Polizia lancia la campagna:

Truffe ai danni degli anziani, calano in città aumentano in provincia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04-08-2016 alle ore 12:27:33.
Truffe ai danni degli anziani, calano in città aumentano in provincia 2
Truffe ai danni degli anziani, calano in città aumentano in provincia 2

La Polizia di Stato ancora una volta è vicina agli anziani che, soprattutto nel periodo estivo, rischiano di essere vittime di truffe.

E’ stata infatti lanciata la campagna di sensibilizzazione “Non siete soli #chiamateci sempre” attraverso la pubblicazione di un video sulla pagina Twitter e Facebook della Polizia di Stato e sul profilo Facebook e Twitter dell’Agente Lisa.

Il progetto ha, anche quest’anno, un testimonial d’eccezione, Gianni Ippoliti, ideatore di due spot che verranno lanciati sui canali social della Polizia di Stato per promuovere l’iniziativa. Il conduttore televisivo, con la collaborazione degli attori Fabiana Latini e Giovanni Platania, lancia un semplice e preciso messaggio agli anziani: diffidate degli estranei e chiamate la Polizia.

Sono purtroppo tanti i casi di anziani che, soprattutto nel periodo estivo, vengono avvicinati e raggirati.

Nella provincia di Biella nel primo semestre 2016 si è registrato un incremento del fenomeno pari all’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; mentre per la città di Biella si segnala una riduzione delle truffe in danno di persone vulnerabili del 70%.

Come si è avuto modo di illustrare nei numerosi incontri informativi che la Questura di Biella ha avuto nei primi mesi del 2016 con gruppi di anziani, la casistica del fenomeno è infinita. Tra le truffe più ricorrenti ci sono quelle in abitazione che iniziano sempre con una scusa per entrare in casa: controllo del gas, lettura della luce, consegna di un pacco, o addirittura finti appartenenti alle forze dell’ordine.

In strada gli anziani vengono avvicinati in prossimità delle banche o degli uffici postali dopo aver ritirato denaro oppure vicino casa da sconosciuti che si fingono conoscenti di vecchia data i quali con modi gentili si fanno invitare a casa per svuotarla dei preziosi.

Una terza tipologia è la telefonata di un falso parente o di un falso amico che richiede soldi preannunciando l’arrivo di un incaricato per il ritiro.

In attesa dei nuovi incontri che la Questura di Biella svolgerà da settembre, sia nella città di Biella che nei comuni della Provincia, al fine di fornire utili consigli per prevenire l’odioso fenomeno, si invita tutta la popolazione a segnalare sempre comportamenti sospetti o situazioni di pericolo, diffidando sempre degli sconosciuti ricordando che “Non siete soli #chiamateci sempre”

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia