Due penny su di me, il blog di Silvia Serralunga

Tondo è bello... ma non vado in piscina

Mi sono imbattuta, in questi giorni, nella lodevole iniziativa “Tondo è bello”, progetto fotografico pro autostima delle ragazze curvy, ma soprattutto campagna di sensibilizzazione partita dalla nostra Biella verso chi ancora crede che se non vivi perenne

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29-06-2015 alle ore 11:13:54.
tondo-e-bello-ma-non-vado-in-piscina-560fefe99d1243.jpg
Silvia Serralunga

Mi sono imbattuta, in questi giorni, nella lodevole iniziativa “Tondo è bello”, progetto fotografico pro autostima delle ragazze curvy, ma soprattutto campagna di sensibilizzazione partita dalla nostra Biella verso chi ancora crede che se non vivi perennemente a dieta non sei nessuno. Questa idea mi piace tantissimo sotto molteplici aspetti, primo su tutti il forte messaggio che si vuole promuovere.  Ognuno è bello e unico a suo modo, i tanto odiati “rotolini” non sono altro che convenzioni imposte a gran voce dai filiformi mass media e, infine, sfoggiare un bel sorriso in risposta ai giudizi altrui varrà sempre più di mille parole. Inoltre, sono felice che a credere in questo progetto sia, in primis, una giovane ragazza biellese: anche questo è decisamente un messaggio positivo.

Ciò su cui rifletto a voce alta - senza entrare nel merito delle serie patologie connesse ai disturbi alimentari che tutti conosciamo - è: quante donne sono veramente orgogliose delle proprie curve, tanto da accettarsi serenamente anche con qualche chiletto in più, senza davvero voler cambiare nulla di sé stesse? Nove ragazze o amiche su dieci con cui entro quotidianamente in contatto, sì, sono convinte che le loro forme femminili prosperose siano un marchio di fabbrica da esibire e di cui andare fiere. E sì, sono convinte che il giudizio altrui sia alquanto relativo, quindi perfettamente in linea con il pensiero di “Tondo è bello”, poi però durante i mesi estivi non vanno nemmeno una volta in piscina. Ma allora, ci credi?

Diete a base di soli centrifugati facendo attenzione che nessuno lo venga a sapere, ore di palestra sino a cuocersi e centoni in fanghi e massaggi dimagranti. Eccetto le diete drastiche che condanno, va tutto benissimo fino a quando contribuisce ad incrementare sempre più il proprio benessere fisico e la propria autostima. Va benissimo se tutto ciò aiuta a sentirsi sempre più fiere del proprio corpo, imperfetto proprio come tutti gli altri corpi apparentemente perfetti di Biella e del mondo. Quello che vedo intorno a me, però, è che, nonostante il dilagante orgoglio curvy, anche le “tonde” più fiere vogliono dimagrire: ci si accetta, è vero, ma si è alla continua ricerca della propria forma fisica ideale o di quel vestito che calzi a pennello proprio come nel nostro immaginario. Perché? E’ davvero difficile trovare una ragazza in carne, che per nulla cambierebbe o rinuncerebbe mai alle proprie rotondità per una manciata di chili in meno. E’ sempre e solo la “piaga sociale” dei giudizi altrui il vero demone da sconfiggere. Concludo riportando una citazione della promotrice di “Tondo è bello”, che condivido appieno, sperando che queste iniziative smuovano la coscienza di chi si ama, ma fatica a convincersi che le opinioni degli altri non sono la Bibbia, e pazienza se gli shorts non entrano, le gonne lunghe vanno di gran moda: “Se la natura ci ha fatti in un certo modo, è inutile tentare di dimagrire oltre una certa misura per piacere agli altri. Meglio vivere con il sorriso e qualche chilo in più!”.

Silvia Serralunga

La rubrica di Silvia Serralunga viene pubblicata ogni sabato sulla Nuova Provincia di Biella

Tags: Silvia Serralunga, rubrica Serralunga, Due penny su di me

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia