Tantissimi disagi per persone e animali

Temperature a picco, in alcune zone -10 gradi

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09-01-2017 alle ore 17:30:53.
Temperature a picco, in alcune zone -10 gradi 4
Temperature a picco, in alcune zone -10 gradi 4

 Il termometro a picco, che in alcune zone delle province di Biella e Vercelli  sfiora i -10 gradi nella notte. Le tubature che gelano, così come l’acqua negli abbeveratoi delle stalle, che vanno scaldate con ogni mezzo possibile. In più, il calo nella produzione del latte, perché gli animali, con il freddo, si muovono e mangiano meno.

 

Sono solo alcuni degli effetti dell’ondata di gelo che ha fatto precipitare la colonnina di mercurio, con una situazione che non migliorerà nemmeno nei prossimi giorni.

 

“Se nelle aree di pianura sono il grano e gli alberi da frutto a soffrire maggiormente gli effetti del gelo, nel caso di permanenza dell’ondata di gelo, salendo verso le aree di collina i fiori tipici coltivati sotto serra costringono già ora le imprese agricole a tenere costantemente sotto controllo la situazione, con un occhio fisso ai termometri” sottolinea il presidente di Coldiretti Vercelli Biella Paolo Dellarole.

“Va da sé che temperature così basse comportano un ‘superlavoro’ delle caldaie utilizzate per riscaldare le serre e, di conseguenza, maggiori spese per le imprese agricole, peraltro alle prese con il rincaro del gasolio che si è registrato nelle ultime settimane”.

Perdurando la situazione, si temono ripercussioni persino per le verdure e gli ortaggi ‘invernali’ coltivati in pieno campo come cavoli, verze, cicorie, radicchio e broccoli.

 

Grande assente dallo scenario è, al momento, la neve, che però – stando alle previsioni - potrebbe fare (fugace) capolino domattina anche nelle zone di pianura: per garantire la percorribilità delle strade sono pronti ad intervenire gli imprenditori agricoli con le ‘lame’ montate sui loro trattori che si attrezzano così a mezzi spazzaneve: ciò, in particolare, è reso possibile dalla ‘legge d’orientamento’ che riconosce la multifunzionalità delle stesse aziende agricole, che ha consentito in particolare la stipula di apposite convenzioni a livello comunale e non solo.

 

Il maltempo con freddo e gelo ‘apre’ il 2017 dopo un mese di dicembre che ha fatto registrare in Italia una temperatura massima superiore di 2.1 gradi alla media, che ha di fatto “ingannato” le piante e rese più vulnerabili allo sbalzo termico improvviso.

 

Nello scorso mese di dicembre – sottolinea la Coldiretti - le temperature massime sono stati superiori alla media di ben 2,9 gradi al nord, di 1,8 gradi al centro e di 1,4 gradi nel mezzogiorno con una evidente anomalia che ha mandato in tilt la natura.

Anche il mese di novembre è risultato particolarmente caldo in Italia dove si è registrata una temperatura massima superiore di 1,2 gradi alla media. Si tratta degli effetti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestando negli ultimi anni con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi con pesanti effetti sull’agricoltura italiana che negli ultimi dieci anni ha subito danni per 14 miliardi di euro tra alluvioni e siccità.          

Attualità

  • Accoglienza calorosa per Matteo Salvini

    27-03-2017
    Piazza Santa Marta e via Italia gremite di gente per il comizio di Matteo Salvini. Il leader della lega sta parlando proprio in questi minuti. Al termine...
  • Tornano le uova di Pasqua Ail

    27-03-2017
    Torna il tradizionale appuntamento promosso dall’Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma. Nei giorni di venerdì 31,...
  • Sequestrati rifiuti pericolosi

    27-03-2017
    I carabinieri di Bioglio hanno sequestrato in un magazzino di Piatto, frazione Barazzetta un ingente quantitativo  di rifiuti pericolosi. Ben 55 tonnellate...

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia