Appuntamento al Torchio di Candelo giovedì 2 luglio

Sugarpie & The Candymen ospiti d'onore al "Jazz Summer 2015"

Giovedì 2 luglio presso la piazzetta del “Torchio” del ricetto di Candelo il Biella Jazz Club aprirà la rassegna “Jazz Summer 2015” con gli Sugarpie and the Candymen come ospiti d’onore.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29-06-2015 alle ore 17:02:37.
sugarpie-the-candymen-ospiti-donore-al-jazz-summer-2015-560fefedb670f3.jpg
Sugarpie & The Candymen ospiti d'onore al "Jazz Summer 2015"

Giovedì 2 luglio presso la piazzetta del “Torchio” del Ricetto di Candelo  il Biella Jazz Club aprirà la rassegna “Jazz Summer 2015”  con gli Sugarpie and the Candymen come ospiti d’onore.

Dopo i successi di San Remo con Renzo Arbore e l'annunciata partecipazione a Umbria Jazz 2015, Georgia  (Sugarpie) con Renato Podestà, Jacopo Delfini, Roberto Lupo e Claudio Ottaviano ritornano a Biella per il nuovo Tour 2015. Fortemente voluto dalla direzione artistica del BJC, il gruppo emiliano si diverte nel riarrangiare brani attuali attraverso le atmosfere del jazz anni '30.

Il Biella Jazz Club ha tenuto a battesimo una delle prime date della band ormai quattro anni fa ed ora Sugarpie Candymen sono una delle realtà musicali più importanti del panorama jazz internazionale.

Sugarpie & The Candymen nasce nel 2008, dall’incontro di cinque musicisti di Piacenza e Cremona che uniscono le loro forze e la loro comune passione per lo swing, il gipsy jazz, il pop e le armonie vocali per dare vita ad un gruppo: la sfida è sposare in modo originale tutti questi generi musicali.

La band è composta dalla cantante Miss “Sugarpie”, alias Georgia Ciavatta, e dai suoi Candymen: Jacopo Delfini (chitarra gipsy e armonie vocali), Renato Podestà (chitarra, banjo e armonie vocali), Roberto Lupo (batteria), e Claudio Ottaviano (contrabbasso).

Fin da subito l'impegno del gruppo è a tempo pieno e comincia un’attività live intensissima, con centinaia di concerti nei principali jazz club in lungo e in largo per l’Italia e l’Europa.
In questo primo periodo vengono così elaborati e consolidati sia il particolare sound del gruppo, sia il repertorio: il loro caleidoscopio musicale vede affiancati i Led Zeppelin con Django Reinhardt, i Beatles e Bessie Smith, Van Halen a Benny Goodman, i Guns & Roses a Ray Charles, i Queen e  Peggy Lee, e moltissimi altri, vincendo la sfida che il gruppo si era prefissata.

Dal 2010 la band continua la sua evoluzione e propone anche brani originali, in inglese e in italiano, sempre nel suo originale stile. Da allora cominciano le esibizioni sui prestigiosi palchi dei festival musicali di tutta Europa, oltre ad un breve tour negli Stati Uniti.

Vengono pubblicati tre album, prodotti dalla Irma Records, il primo, Sugarpie and the Candymen, nel 2009, il secondo, Swing and Roll, nel 2011, e il terzo, Waiting For The One, nel 2014.

Alcuni di questi brani sono stati lanciati come singoli e promossi sulle radio nazionali più importanti in Italia (RadioRAI1 e RadioRAI2) ed in Svizzera (RSI 1, 2 e 3). Al dicembre 2011 risale l'esibizione live in diretta a Caterpillar, storico programma radiofonico su RadioRai2.

Per arricchire ulteriormente il sound, negli anni il gruppo ha avuto l’opportunità di collaborare in tour e in studio con diversi brillanti musicisti italiani e americani, fra i quali Michael Supnick, Dean Zucchero, Paolo Tomelleri, Rudy Migliardi, Gregory Agid, Davide Ghidoni, Gianni di Benedetto e Mattia Cigalini.

Nell'estate 2014 il gruppo conosce il Maestro Renzo Arbore all'Ascona Jazz Festival.

Nasce così una fruttuosa collaborazione artistica che porta Sugarpie & The Candymen sul palco del Concerto di Natale in Vaticano (dicembre 2014) e sul palco del Cremona Jazz Festival (aprile 2015) a fianco del maestro dello swing italiano.

d.t.

Tags: sugarpie and the candymen, biella, candelo, torjazz summer 2015, Biella Jazz Club

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia