Lo sfogo della parrucchiera cossatese Maria Oriana Brusaferro

«Stanno uccidendo le nostre attività»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 13-11-2013 alle ore 10:20:29.
stanno-uccidendo-le-nostre-attivita-560fa73cbbde13.jpg
Maria Oriana Brusaferro

E' veramente furiosa Maria Oriana Brusaferro, parrucchiera cossatese stretta nella morsa delle tasse e della burocrazia. Ce l’ha con i “governanti tanto buoni a parlare" e questa volta non le manda a dire: "Sono disgustata. In televisione ti dicono che bisogna reinventarsi. Bene. Io dico che sono tutte palle. Nei giorni scorsi ho proposto alla responsabile di un grande  centro commerciale di Biella  un’iniziativa pubblicitaria che avrebbe messo in luce la mia attività, un’idea semplice che avrebbe coinvolto i giovani e la moda, e non l’ha accettata. Come posso reinventarmi se non mi è permesso di fare nulla? Dico che questo modo di agire è molto biellese. In Lombardia, dove risiede una collega, vedo che è tutto più facile. Si formalizzano meno. Cosa posso pensare adesso? Milano appartiene forse a un altro mondo? Con questo modo di agire tutti noi che possediamo un’attività saremo costretti a chiudere".
Maria Oriana ha sessantacinque anni e si occupa di acconciature nel suo negozio di via Pajetta da cinquantatré e, come giustamente dice, potrebbe non preoccuparsene, ma non le va proprio di buttare una vita fatta di lavoro e di sacrifici. "Voglio aiutare la persona che rileverà il mio negozio - aggiunge -.  Ho messo tutta me stessa in questa attività e desidero vederla proseguire nel migliore dei modi. E’ anche vero però che, in questa società, con tutti i paletti che mettono di fronte, non fanno altro che invogliare a non rispettare le regole. Questo è il mio lamento, ma credo di parlare a nome di tutte le categorie del commercio che spesso non trovano il coraggio di dire le cose come stanno.  Questa volta intendo arrampicarmi sui muri, voglio andare in tivù e, se non mi faranno entrare, aspetterò fuori finché aprono. Voglio dare voce alla mia rabbia. Sono proprio incazzata e disgustata. Vergognatevi tutti, voi che state lì nei piani alti del Governo e non ci date mai una mano".
 

Tags: Anna Arietti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia