Giusy e Mariella raccontano la loro disavventura

«Sono entrati nel bar per rubare pochi spiccioli»

Paura dei furti? Nel dubbio c’è chi lascia un po’ di denaro “pronto” per essere rubato nella cassa del locale. Sembra un controsenso, in realtà non lo è. E sono ormai parecchi i commercianti che si affidano a questa “strategia”.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24-11-2014 alle ore 00:00:00.
sono-entrati-nel-bar-per-rubare-pochi-spiccioli-560fdb6e1f0bd3.jpg
Caffè Chèrie

Paura dei furti? Nel dubbio c’è chi lascia un po’ di denaro “pronto” per essere rubato nella cassa del locale. Sembra un controsenso, in realtà non lo è. E sono ormai parecchi i commercianti che si affidano a questa “strategia”.

L’ultimo caso è avvenuto a Chiavazza, tra piazza XXV Aprile e via Firenze, dove alcuni ladri hanno preso di mira un bar.

«E’ successo domenica sera - raccontano Giusy e Mariella, titolari del Caffè Cherie -. Qualcuno ha rotto una sedia nel dehors poi, forse proprio utilizzando la gamba in alluminio, ha forzato il lucchetto del cancello ed è entrato nel locale chiuso».

Una volta dentro, ovviamente, i malviventi hanno subito puntato la cassa. All’interno c’erano almeno venti o trenta euro in monetine, forse anche di più, che sono spariti insieme ai ladri.

«Nessuno ha visto - continuano le bariste -, ma alcuni vicini tra le 23 e le 23,30 hanno sentito dei rumori. Non si sono preoccupati perché pensavano che si trattasse di qualcuno dei ragazzi che spesso stazionano nella piazza».

Viene spontaneo chiedersi come mai ci fossero dei soldi.

«Almeno hanno qualcosa da prendere - spiegano Giusy e Mariella -. Noi non abbiamo nemmeno le macchinette, quindi i ladri sono entrati per forza sperando di trovare qualcosa nella cassa. Se fosse stata completamente vuota, se non avessero trovato nulla, come si sarebbero comportati? Magari avrebbero spaccato tutto per dispetto...».

Ovviamente questo non significa che le titolari non faranno nulla. Anzi, si sono già rivolte alle forze dell’ordine, hanno denunciato quanto successo ai carabinieri e ora sperano che i responsabili vengano individuati. Nella speranza di riuscire magari ad evitare che altri colleghi siano costretti a vivere la stessa disavventura.

m. f.

Tags: caffè cherie, biella, Chiavazza, furto, ladri al bar

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia