La storia di Piera Masuero

"Soffro di una malattia molto rara, ma la sanità biellese è all'avanguardia"

Mentre la cronaca nazionale riporta le esperienze drammatiche vissute da chi, affetto da Mcs, deve ricorrere a cure fai dai te a causa dell'inadeguatezza della Sanità pubblica, a Cossato si riscontra un caso positivo.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 08-06-2015 alle ore 00:00:00.
soffro-di-una-malattia-molto-rara-ma-la-sanita-biellese-e-allavanguardia-560fee78703ec3.jpg
Piera Masuero

Mentre la cronaca nazionale riporta le esperienze drammatiche vissute da chi, affetto da Mcs, deve ricorrere a cure fai dai te a causa dell'inadeguatezza della Sanità pubblica, a Cossato si riscontra un caso positivo.

Mcs è l'acronimo di Sensibilità chimica multipla, la sindrome genetica che rende il corpo intollerante alle sostanze chimiche. La segnalazione arriva da Piera Masuero, 55 anni, residente in città, che ne soffre. "Nei giorni scorsi sono stata ricoverata all’Ospedale di Ponderano, nel  reparto di cardiologia, per un trattamento. Soffrendo di mcs, anche se ad uno stadio iniziale, ero preoccupata.

E' una malattia poco conosciuta e non esistono ancora protocolli ospedalieri per gestirla. Il ricovero programmato mi ha permesso di informare il personale, anzi mio marito l'ha fatto per me, essendo il problema abbastanza invalidante. L’Ospedale biellese si è mostrato all'avanguardia. Sono molto soddisfatta; non ho avuto alcun problema per tutto il tempo della degenza. Ho spiegato la situazione alla caposala, Simona Milani, consegnando un protocollo minimo e lei ha saputo gestire bene il caso. Più lo stadio della malattia è avanzato, più occorre fare attenzione. Per me inalare anche una minima quantità di sostanza chimica, profumo o disinfettante, porta disturbi gravi. Spesso sono costretta a  indossare una mascherina”. Sentita la caposala Simona Milani, spiega: “Il ricovero programmato ha consentito l’organizzazione. Dopo il confronto con i medici, abbiamo potuto predisporre una camera singola igienizzata con il detergente fornito dalla paziente e l’abbiamo arieggiata come suggerito, evitando altre sostanze. Da quando ci sono io in reparto, non sono mai stati accolti pazienti che dichiarano questa forma allergica. Tutto ha funzionato grazie alla corretta informazione”.

Delle condizioni di salute della donna avevamo già scritto un anno fa. Nonostante la gravità, infatti, non è una malattia riconosciuta e le difficoltà sorgono anche solo per ottenere i farmaci. “All’Ospedale sono stati attenti e bravi, anche in sala operatoria. La struttura può farsi capofila, guida per le altre aziende sanitarie, istituendo un protocollo per il ricovero. Spesso manca il corretto passaggio di informazioni - conclude Piera Masuero -. Dell’ottimo servizio ho informato Marisa Falcone, la presidente dell'associazione Adas che si occupa della malattia”.

Anna Arietti

Tags: piera masuero, mcs, malattie rare, cossato, asl bi

Attualità

Cronaca

  • Travolto un pedone in piazza San Cassiano

    10-12-2016
    Incidente in piazza San Cassiano angolo via Italia a Biella. Poco dopo mezzogiorno un'autovettura ha travolto un pedone. Sul posto sono immediatamente...
  • Tampona il carro attrezzi del soccorso stradale

    10-12-2016
    Incidente questa mattina lungo l'autostrada A4 To-Mi. Una Citroen C3 con targa francese ha tamponato un carro attrezzi che si era appena rimesso in carreggiata...
  • Cossato: scontro tra due auto

    10-12-2016
    Incidente senza feriti ieri, venerdì 9 dicembre, in via Mazzini, a Cossato, nei pressi del distributore Eni. A scontrarsi, per cause in via di accertamento...

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia