I commercianti biellesi accolgono con favore la proposta di legge

«Siano regolate le aperture festive»

I commercianti biellesi si dichiarano favorevoli alla proposta di legge che regola le aperture dei negozi nei giorni festivi. Si tratta di imporre 12 chiusure obbligatorie nei giorni di alcune festività canoniche durante il corso di tutto l’anno

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12-06-2014 alle ore 00:00:00.
siano-regolate-le-aperture-festive-560fc66e1aa8a3.jpg
«Siano regolate le aperture festive»

I commercianti biellesi si dichiarano favorevoli alla proposta di legge che regola le aperture dei negozi nei giorni festivi.

Si tratta di imporre 12 chiusure obbligatorie nei giorni di alcune festività canoniche durante il corso di tutto l’anno. Nel 2011, dietro proposta del governo Berlusconi e attuata poi da Monti, era stata approvata la legge “Salva Italia”. Essa riguarda principalmente la liberalizzazione dell’orario di apertura dei negozi, dando spazio alla libera iniziativa all’imprenditore nella gestione della sua azienda. Gli obiettivi principali erano quelli di creare occupazione e di risollevare l’economia dando più servizi ai consumatori durante i giorni festivi.  Questo però non è sempre possibile.
Nella grande distribuzione si può contare su un alto numero di addetti, che permettono così di tenere aperto anche di domenica e nei giorni festivi. Esaminando però i risultati ottenuti, si può osservare che molto spesso “il gioco non è valso la candela”. In questo periodo di calo dei consumi, la manovra si è rivelata decisamente negativa. Le più svantaggiate da questa legge, sono state le piccole realtà aziendali nel centro, dove non vi è la possibilità di tenere aperto anche nei giorni festivi, perché  sarebbe troppo oneroso.

“Vogliamo attuare una pianificazione mirata” queste le parole del presidente dell’Ascom, Mario Novaretti. Afferma che c’è bisogno di dare nuovamente delle regole, ovviamente in accordo con Confcommercio, i Sindacati e le varie associazioni di categoria.

L’Ascom propone però di tenere aperto in alcune particolari occasioni. Se in un giorno festivo c’è un evento che si svolge nei pressi del loro esercizio, verrà fortemente consigliato tenere aperto. Questo è dovuto al fatto che, dato il grande afflusso di gente che è portato, ad esempio, da una manifestazione, è possibile aumentare il volume di affari del negozio. Dal 2008, infatti, l’Ascom propone di aprire tutte le attività commerciali la seconda domenica del mese, attirando così la gente a Biella, e creando più solidarietà fra tutti i negozianti.

Ora bisogna solo aspettare e vedere se la legge verrà approvata.

Virginia Cerato

Tags: commercio, Ascom, Mario Novaretti, biella, aperture nei giorni festivi

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia