Intervista a Luigi Squillario

«Se volete comandare compratevi tutta la Biverbanca»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09-10-2013 alle ore 19:03:44.
se-volete-comandare-compratevi-tutta-la-biverbanca-560fa2fb1d7233.jpg
Luigi Squillario

Utile in forte calo nel primo semestre 2013 per Biverbanca. Il margine netto è sceso a 3,7 milioni di euro, contro i 13,6 dello stesso periodo del 2012 (-73%).
  «Il contesto recessivo che ormai caratterizza da tempo l’ambito in cui opera Biverbanca - si legge nella nota di accompagnamento - ha inciso profondamente sull’andamento. Va però detto che la banca è in linea con la politica commerciale del nuovo gruppo, mantenendo comunque l’obiettivo principale di offrire prodotti adeguati alle esigenze della clientela».
Luigi Squillario, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, socio di minoranza di Biverbanca (la quota di maggioranza è detenuta dalla Cassa di Risparmio di Asti), è molto critico sui risultati di bilancio.
«La difficile congiuntura economica - dice - non basta a giustificare un calo così forte degli utili. Biverbanca sta pagando le scelte fatte dalla capogruppo, che attua nel Biellese le stesse strategie di Asti. Biella ed Asti però sono due realtà molto diverse, e di questo il socio di maggioranza non  vuole tenere conto. Biverbanca è sempre stata una vera banca del territorio, con rapporti molto stretti e costruttivi con i clienti, sia privati che aziende. Gli astigiani, invece, tendo a standardizzare tutto e questo da noi non funziona, come dimostra anche il calo della raccolta diretta.
 «Il socio di maggioranza - prosegue Squillario - si rapporta a noi in modo arrogante, senza tenere in minima considerazione la nostra voce. Questo non giova certo al bene della banca. Bisogna assolutamente uscire dalla situazione di stallo. Se Asti vuole fare il padrone assoluto, deve semplicemente comperare  le nostre quote. Che senso ha fare i separati in casa?
 «Il calo degli utili - conclude il presidente di Crb  - crea grande preoccupazione per il futuro della Fondazione. Questo territorio ha tanto bisogno dei nostri contributi, sia quelli milionari per il nuovo ospedale che quelli piccoli, che rappresentano la linfa per tantissime associazioni. Speriamo che nel secondo semestre i conti migliorino perché diversamente sarebbe una tragedia».

Tags: Redazione

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia