Nel bagagliaio della sua auto trovati numerosi prodotti contraffatti

Quando il "vu cumprà" di lusso è un insospettabile biellese

L'uomo, incensurato, ben vestito e dai modi eleganti, poteva sembrare un rappresentante di commercio. Peccato che, una volta aperto il portabagagli, i finanzieri abbiano trovato giubbotti, scarpe, borse, maglie, sciarpe riportanti famosissimi marchi

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03-10-2014 alle ore 00:00:00.
quando-il-vu-cumpra-di-lusso-e-un-insospettabile-biellese-560fd3564b1123.jpg
Alcuni dei prodotti sequestrati dalla Guardia di finanza

La scorsa settimana i Finanzieri della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria di Biella, durante un ordinario controllo su strada, hanno fermato in città, a bordo della propria auto, un uomo incensurato, ben vestito, dai modi eleganti e dal linguaggio forbito, che ad una prima occhiata poteva sembrare un rappresentante di commercio.

Tutto regolare, tranne per il fatto che, una volta aperto il portabagagli, sono comparsi alla vista dei militari scatoloni e borsoni contenenti giubbotti, scarpe, borse, maglie, sciarpe riportanti famosissimi marchi, tutti rigorosamente contraffatti (Colmar, Fendi, Louis Vuitton, Prada, Gucci, Moncler, Hogan ed altri).

In totale sono stati sequestrati una cinquantina di pezzi identici agli originali e messi in vendita a prezzi convenientissimi: 150 euro per l’ultimo modello di piumino Moncler.

Infatti, da una serie di elementi immediatamente riscontrati dai Finanzieri (catalogo fotografico dei prodotti con tanto di prezziario e contabilità), il “rappresentante del falso” era solito agire con discrezione in locali pubblici di Biella cercando di piazzare i propri prodotti.

Non più quindi teli sui marciapiedi con esposta merce di scarsa qualità e palesemente contraffatta, ma beni per veri intenditori del falso con una tecnica di vendita “porta a porta”.

L'uomo è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per i reati di commercio di prodotti contraffatti e ricettazione.

E' bene infine ricordare che l’acquirente di prodotti contraffatti, oltre che vedersi confiscato il bene, va incontro ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 fino a 7.000 euro.

Sono ancora in corso le indagini per verificare la provenienza ed i canali di approvvigionamento della merce illegale.

Tags: insospettabile biellese vende prodotti contraffatti, prodotti falsi, ricettazione, commercio di prodotti contraffatti, guardia di finanza, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia