Valerio Vassallo presidente della Liv

Protesta contro il circo e viene minacciato di morte

Una vittoria in tasca che poteva costare cara. Valerio Vassallo della Liv (Lega Internazionale vigilanza) gioisce nel vedere il circo andarse da Biella con un giorno di anticipo.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06-06-2014 alle ore 00:00:00.
protesta-contro-il-circo-e-viene-minacciato-di-morte-560fc609ef1443.jpg
Valerio Vassallo

Una vittoria in tasca che poteva costare cara. Valerio Vassallo della Liv (Lega  Internazionale vigilanza) gioisce nel vedere il tendone del circo degli animali  abbassato con un giorno di anticipo rispetto al programma. Lunedì la compagnia Bellucci e Orfei si è arresa di fronte alle proteste degli animalisti e ha deciso di smontare il circo e di recarsi altrove, in cerca di un clima un po' più tranquillo.

Annullati, quindi, gli spettacoli che sarebbero dovuti continuare fino a ieri. Un cambiamento di programma che ha fatto infuriare chi con quel lavoro ci vive.

“Ieri sera (lunedì per chi legge ndr.) – racconta Vassallo – dopo aver trascorso la giornata a volantinare sul parcheggio degli Orsi,  sono passato con la macchina dell'associazione nei pressi del circo. Oramai quasi tutto era stato smontato e portato via. Erano rimaste solo tre persone, veri e propri energumeni, che stavano portando a termine le ultime fasi del trasloco. Hanno visto l'auto della Liv, mi hanno riconosciuto e hanno preso ad insultarmi pesantemente. Figlio di puttana – hanno urlato – brutto bastardo, vieni qui che ti ammazziamo. Nonostante i tre non fossero esili come me ma piuttosto ben piazzati e decisi, non ho avuto paura. Ho alzato il dito medio al cielo e me ne sono andato per evitare che dalle parole passassero ai fatti”.

In effetti i lavoratori del circo devono aver preso molto male la dura campagna portata avanti dalla Liv negli ultimi tempi. Campagna voltata in  protesta aperta sabato quando sono intervenute anche le forze dell'ordine a tutela di entrambe le parti.

Attilio Bellucci, titolare del circo già in passato è stato accolto in città con poco entusiasmo e addirittura si è visto costretto a  sporgere denuncia contro ignoti che in più occasioni hanno imbrattato e strappato i cartelloni che promuovevano gli spettacoli.

Una vera e propria guerra quella degli animalisti, che non finisce con la partenza del colorato carrozzone.

“Ora sono diretti a  Borgomanero – spiega Vassallo – e noi li seguiremo anche lì. Come abbiamo fatto a Castellamonte, prima che arrivassero in città. Abbiamo visto come tengono gli animali e ci continueremo a battere finché non  la smetteranno di farli soffrire. E se qualcuno ci accusa di mettere in ginocchio tante famiglie che vivono con questo lavoro, noi rispondiamo che non abbiamo nulla contro il circo. Ben vengano pagliacci, trapezisti e giocolieri. Ma gli animali devono starne fuori”.

Elisabetta Ferrari

Tags: Valerio Vassallo, biella, liv, circo, minacce morte

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia