Il presidente della Scuola di Medicina ha annunciato l'introduzione a Biella della magistrale

Proclamati 19 nuovi laureati in infermieristica

Si è svolta questa mattina, per la seconda volta all’Auditorium di Città Studi, la proclamazione dei laureati in Infermieristica dell’Università del Piemonte Orientale che hanno frequentato il corso proprio nella sede di Biella.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17-04-2015 alle ore 00:00:00.
proclamati-19-nuovi-laureati-in-infermieristica-560fea64b553b3.jpg
Il gruppo dei laureati

Si è svolta questa mattina, per la seconda volta all’Auditorium di Città Studi, la proclamazione dei laureati in Infermieristica dell’Università del Piemonte Orientale che hanno frequentato il corso proprio nella sede di Biella.

Diciannove studenti hanno conseguito il titolo, alla presenza dei vertici dell’Università, dell’ASL BI e di Città Studi: Gianluca Aimaretti, Presidente del Corso di Laurea Triennale in Infermieristica; Giorgio Bellomo, Presidente della Scuola di Medicina, il quale ha portato anche i saluti del Rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Cesare Emanuel; Alberto Dal Molin, Coordinatore del Corso di Laurea in Infermieristica; Gianfranco Zulian, Direttore Generale dell’ASL BI; Antonella Croso, Responsabile della Direzione delle Professioni Sanitarie dell’ASL BI; Pier Ettore Pellerey Presidente di Città Studi; Luigi Squillario, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Vice Presidente di Città Studi.

L'elenco dei giovani biellesi che stamattina si sono laureati:

Francesca Blanco, 89/110; Enrica Bor, 93/110; Hayate Boussaid, 90/110; Simona Ceresa, 88/110; Greta Cerruti, 88/110; Giulia Coda 92/110; Margherita Di Paola, 92/110; Eleonora Donatiello, 96/110; Pasquale Gentile, 87/110; Arianna Martinetti, 89/110; Caterina Moscarola, 87/110; Matteo Pasquali, 99/110; Claudia Perona, 89/110; Michela Salin, 90/110; Alessandra Spagarino, 89/110; Erika Tasca, 94/110; Liliana Catherine Gamboa Tello, 99/110; Matteo Tosin, 93/110; Giulia Vignali, 90/110.

La prima proclamazione a Biella era avvenuta lo scorso dicembre per ben 34 studenti che avevano frequentato il corso di studi proprio nella sede biellese. Con questa seconda proclamazione, viene dimostrata, ancora una volta, l’importanza che il polo universitario di Città Studi sta acquisendo negli anni, come spiega Alberto Dal Molin, Coordinatore del Corso di Laurea in Infermieristica: «La possibilità di realizzare per la seconda volta a Biella l’evento è un riconoscimento notevole all’impegno profuso in questi anni per mantenere ed arricchire qui, in questa sede, il percorso di studi. È motivo di orgoglio per i ragazzi, che anche in questa occasione sono stati “proclamati” nel territorio in cui hanno studiato. Non ultimo, l’evento di oggi è stata un’ulteriore vetrina importante per il Biellese che, pure grazie alla presenza del nostro corso di Laurea, può rendersi attrattivo al di fuori dei confini provinciali».

L’interesse nei confronti del corso di Laurea attivo a Città Studi ha visto una crescita negli anni, testimoniata dall’aumento del numero di iscritti: si è passati dai 168 nell’anno accademico 2009-2010 a 215 nell’anno accademico 2013-2014. In quello corrente (2014-2015), gli iscritti sono 208, di cui quasi il 21% non residente in Piemonte.

«E’ stato un piacere per Città Studi poter essere ancora una volta la sede della proclamazione dei nuovi laureati in Infermieristica - commenta Pier Ettore Pellerey, Presidente di Città Studi -, questo grazie alla sempre più stretta sinergia tra la sede Universitaria Biellese, ASL Biella e Università degli Studi del Piemonte; tanto è vero che in quest’anno accademico, Città Studi ha voluto rinnovare i locali che ospitano il corso per renderli ancora più agevoli, dotandoli delle più avanziate tecnologie che consentono agli studenti di usufruire di strumenti utili all’apprendimento in aula. Inoltre, a breve contiamo di firmare la nuova convenzione con l'Università del Piemonte Orientale, che ci consentirà di avere un tutor in aula per l'intera durata del corso, ad ulteriore rafforzamento della presenza di Infermieristica a Biella».

«E’ importante offrire agli studenti un contesto per il loro percorso di studi caratterizzato dall’attenzione all’innovazione, alla sperimentazione di modelli assistenziali fortemente orientati al paziente e alla responsabilità professionale - aggiunge Antonella Croso, Responsabile della Direzione delle Professioni Sanitarie dell’ASL BI -. Risulta particolarmente stimolante per gli studenti svolgere i tirocini in una sede conosciuta a livello nazionale, in grado di attrarre infermieri che vengono ad approfondire le proprie conoscenze anche da altre regioni».

Gianfranco Zulian, Direttore Generale dell’ASL BI, crede molto nelle potenzialità offerte dal legame tra Università e Ospedale: «Il rapporto con l’Università del Piemonte Orientale ci onora e costituisce ormai da molti anni un punto di riferimento fondamentale per la preparazione dei futuri professionisti dell’area infermieristica. Certamente, la collaborazione con l’Università continuerà a svilupparsi, considerato anche l’elevato gradimento da parte di studenti, operatori della Sanità in genere e di tutto il territorio rispetto ad azioni e percorsi di studio di così alto livello e prestigio per il Biellese».

La notizia più interessante l'ha data Giorgio Bellomo, presidente della Scuola di Medicina, che poco prima delle proclamazioni di questa mattina ha riconfermato l’interesse dell’Università del Piemonte Orientale per la crescita di Città Studi: «Nell’ambito del documento “Strategie di sviluppo della presenza universitaria a Biella” abbiamo inserito i progetti che l’Università del Piemonte Orientale vuole portare proprio in questa sede. Non si tratta di auspici, ma di progetti che realizzeremo, in parte già a partire dal prossimo anno accademico: l’introduzione della Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, per esempio, che sarebbe il naturale sviluppo del percorso accademico in ambito sanitario intrapreso a Biella. Inoltre, abbiamo intenzione di implementare qui alcuni corsi post-laurea, con l’attivazione di master; tra questi, il master di Infermieristica nell’ambito della Medicina Generale, dell’Oncologia e ancora un master in Tecnologie applicate alla prevenzione, in Tecniche diagnostiche di genetica molecolare, ed un master sull’approvvigionamento e sulla gestione di beni e servizi in ambito sanitario. Nell’ottica della formazione post-laurea abbinata alla valorizzazione del territorio, vogliamo portare a Biella la “Summer School”, un corso estivo in cui l’aspetto didattico si integra con la valorizzazione del territorio e delle sue ricchezze».

Tags: città studi, infermieristica, nuovi laureati, introduzione laurea magistrale infermieristica e ostetricia
proclamati-19-nuovi-laureati-in-infermieristica-560fea64ee9014.jpg
proclamati-19-nuovi-laureati-in-infermieristica-560fea6525a275.jpg

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 13-09-2017
Sorpreso in auto con droga, non aveva patente, assicurazione e revisione 3 Sorpreso alla guida di un'autovettura in possesso di un piccolo quantitativo di droga, a seguito degli accertamenti da parte degli agenti della Questura...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia