In settimana Barazzotto incontrerà l'assessore Saitta e il direttore Moirano

"Prima di ridurre i posti letto del nuovo ospedale, serve un'analisi attenta"

Sta per iniziare la battaglia sui posti letto del nuovo ospedale. Da una parte chi vorrebbe ridurli per risparmiare a livello regionale, dall'altra chi pensa che una scelta del genere scatenerebbe un effetto boomerang. Ma il problema principale è stabilir

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11-01-2015 alle ore 00:00:00.
prima-di-ridurre-i-posti-letto-del-nuovo-ospedale-serve-unanalisi-attenta-560fdf890bfd93.jpg
"Prima di ridurre i posti letto del nuovo ospedale, serve un'analisi attenta"

Sta per iniziare la battaglia sui posti letto del nuovo ospedale. Da una parte chi vorrebbe ridurli per risparmiare a livello regionale, dall'altra chi pensa che una scelta del genere scatenerebbe un effetto boomerang. Ma il problema principale è stabilire quali siano i reparti da ridimensionare.

In settimana il consigliere regionale Barazzotto incontrerà l'assessore Antonio Saitta e il direttore del settore Moirano per analizzare meglio la realtà del nostro nuovo ospedale e del nostro territorio.

"Pur condividendo i principi base della Regione Piemonte in campo sanitario, ossia l’analisi che prende in considerazione prestazioni, ricoveri e visite per determinare quali siano i reparti “efficienti” e quali invece potrebbero subire variazioni - spiega Barazzotto -, ci sono altri fattori da valutare con maggiore attenzione prima di prendere decisioni definitive".

"Prima di parlare di tagli di posti letto e di razionalizzazioni - continua l'esponente del Pd - occorre procedere ad un’attenta analisi dell’età della popolazione biellese. Il 26,3% di essa, infatti, supera i 65 anni di età. Un biellese su quattro è in età da pensione e la percentuale degli over 60 supera il 33%. Ne consegue che per il nostro territorio il reparto di geriatria è tutt’altro che marginale. Se è vero che a seguito di alcuni ricoveri i posti letto post acuzie del privato potrebbero sostituire altrettanti posti letto nel settore pubblico, è assolutamente evidente che la maggior parte dei ricoveri di un anziano che ha subito un intervento necessitano della permanenza nella struttura sanitaria, con la presenza di medici, cure e assistenza ospedaliera".

La speranza di Barazzotto è che non vengano prese decisioni avventate.

"Prima di pensare al settore privato - conclude -, dobbiamo valutare con estrema attenzione il rapporto costi/benefici, specie quando abbiamo un personale pubblico di altissima qualità e professionalità operante in una struttura che oggi è la più moderna e nuova del Piemonte".

Tags: tagli, sanità, riduzione posti letto, nuovo ospedale, biella, barazzotto incontra saitta

Attualità

  • Chiuso lo storico bar Venezia di via Italia

    27-02-2017
    Le saracinesche dello storico bar Venezia di via Italia sono abbassate da qualche settimana. Affissi alcuni cartelli che parlano di interventi straordinari...
  • Muore a soli 52 anni

    27-02-2017
    Sempre pronto a dare una mano agli altri, finiva per non preoccuparsi di sé stesso. E proprio l’aver trascurato il diabete che lo affliggeva,...
  • Su Facebook la truffa del "finto compaesano"

    27-02-2017
    Una nuova truffa ha preso piede su Facebook. Si fingono gente del posto e si mettono a chiedere amicizie sul social network ai compaesani.

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia