Un lettore racconta un episodio incredibile

"Perché hai attraversato la strada stulle strisce mentre io andavo così forte?!!"

E' successo ieri in via Schiapparelli

Stampa Home
Articolo pubblicato il 08-02-2016 alle ore 12:43:17.
"Perché hai attraversato la strada stulle strisce mentre io andavo così forte?!!" 4
Un episodio incredibile

Riceviamo da un lettore:

Ieri mattina, intorno alle 12, ho attraversato a piedi via Schiapparelli, all'incrocio con  via Delleani, a Biella. L'ho attraversata sulle strisce pedonali, proprio a ridosso del cartello di stop. Vedo che una Fiat Punto sta arrivando, ma è ancora distante e quindi non me ne preoccupo. Mentre sto attraversando, ho come l'impressione che quell'automobilista si metta ad accelerare. In ogni caso, arrivo senza problemi al marciapiede antistante. Ad un tratto sento urlare: "Guarda quando attraversi la strada!". Non capisco, resto sbigottito. L'automobilista inizia a gesticolare, agitatissimo. E' un ragazzo che avrà poco più di 20 anni. Mi avvicino a lui, che resta fermo in mezzo all'incrocio, e gli chiedo qual è il problema.

"Come qual è il problema? - risponde urlando -. Non hai visto come andavo forte! Devi fare attenzione quando attraversi la strada, perché se poi  ti tiro sotto, sono io a finire nei casini". Gli spiego educatamente che lì ci sono le strisce, che è in prossimità di uno stop, che non si fanno le gare in città.
E che se mi prende sotto, lui finisce nei casini, ma io magari finisco al cimitero o quantomeno all'ospedale.

Per tutta risposta, l'automobilista, che mi sembarva sotto l'effetto di qualche sostanza stupefacente - si accinge ad aprire la portiera della macchina. Io realizzo che se vado avanti nella polemica quello è capace di scatenare una rissa. Non ho mai fatto a cazzotti in tutta la mia vita e non ho  voglia di finiziare a 50 anni.

Quindi, assumo un tono conciliante, gli dico che forse ha ragione lui e chiedo scusa. Il giovane automobilista continua a imprecare, mi dice che devo imparare a vivere e - finalmente - si allontana. Io tiro un sospiro di sollievo e proseguo la mia passeggiata. Dentro di me però c'è tanta tristezza per il sopruso subito. Ma che altro potevo fare?

Lettera firmata

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia