L'iniziativa è giunta alla XX edizione

Orientagiovani, il video di due liceali biellesi tra i primi cinque a livello italiano

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14-11-2013 alle ore 16:33:51.
orientagiovani-il-video-di-due-liceali-biellesi-tra-i-primi-cinque-a-livello-italiano-560fa85b0365b3.jpg
L'imprenditrice Simona Bonino di Botalla Formaggi

Si è classificato fra i primi cinque video a livello nazionale il progetto biellese realizzato nell'ambito della XX edizione di Orientagiovani, iniziativa di Confindustria che mira ad aumentare le occasioni di scambio, contaminazione e crescita degli studenti grazie ad esperienze dirette all'interno delle industrie italiane.

In particolare, l'azienda Botalla Formaggi ha partecipato al contest "Un giorno con un imprenditore". Ispirato al modello di "Job Shadow" - cioè la pratica di una breve permanenza in un'organizzazione per scambiare best practice e acquisire nuove competenze e conoscenze -, l'iniziativa ha offerto ai ragazzi l'opportunità di affiancare per una giornata lavorativa un imprenditore, un dirigente o un funzionario dell'impresa. L'obiettivo è di aiutare gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori nella scelta post diploma, facendo loro capire cosa vuole dire “fare impresa”.

Questa esperienza è quindi stata raccontata in una clip di 3 minuti, il “diario di bordo”: sono stati una quarantina i progetti presentati a livello nazionale. Fra questi, il video che ha per protagonista l'imprenditrice Simona Bonino di Botalla Formaggi, realizzato dagli studenti della classe V I del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella, Nicolò Ramella e Gregorio Ramella Pollone, si è classificato fra i primi cinque del contest.

«E' stata un'esperienza molto interessante – commenta Simona Bonino – perché i ragazzi hanno vissuto con grande entusiasmo e curiosità la visita in azienda. Conoscere come nascono i prodotti manifatturieri, nel nostro caso i formaggi, è importante per gli studenti che così possono indirizzare meglio la scelta per il loro percorso di studi verso una carriera che porti loro soddisfazione. I ragazzi che possono conoscere il contesto aziendale possono infatti mettere a fuoco quanto è prezioso il lavoro che si fa nelle nostre imprese, quanto può essere appassionate e interessante “saper fare” un prodotto e capire che le aziende sono realtà in cui creatività e innovazione possono essere espresse al meglio».

Tags: Redazione

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia