Il teatro dello Zircone torna in scena con un tributo a De Andrè

Oggi al Sociale lo spettacolo Donna Faber per dare una mano all'associazione "Elisa Gentile"

Il teatro dello Zircone torna in scena con la sua quindicesima produzione, Donna Faber, un tributo a Fabrizio De Andrè ed in particolare alle canzoni che il poeta ha scritto sulle donne. L’appuntamento è per venerdì 15 alle ore 21 al teatro Sociale. La se

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15-05-2015 alle ore 00:00:00.
oggi-al-sociale-lo-spettacolo-donna-faber-per-dare-una-mano-allassociazione-elisa-gentile-560fed4a841d93.jpg
Oggi al Sociale lo spettacolo Donna Faber per dare una mano all'associazione "Elisa Gentile"

Il teatro dello Zircone torna in scena con la sua quindicesima produzione, Donna Faber, un tributo a Fabrizio De Andrè ed in particolare alle canzoni che il poeta ha scritto sulle donne. L’appuntamento è per venerdì 15 alle ore 21 al teatro Sociale. La serata è stata organizzata per ricordare Elisa Gentile e per raccogliere fondi da destinare all’associazione a lei dedicata.

“Donna Faber - spiega Massimiliano  Gaggino, regista dello spettacolo -  nasce da un’idea di Mauro Mazzia e di Carlo Ceccon, titolare dei testi recitati, senza particolari ambizioni se non quelle di far godere di buona musica e  raccontare il punto di vista di Fabrizio De Andrè sulle donne. Ecco allora che  8 attori e 7 musicisti, diretti da Efrem Urro, si alterneranno in scena a video e contributi audio, per cercare le donne protagoniste, girar loro attorno, guardarle illuminarsi con quella luce particolare che Fabrizio e solo lui riusciva ad accendere.”

Saranno in scena:  Elisa Baiolini, Franco Caucino, Francesca Gaggino, Paola Mercandino Cristina Mondin, Donatella Monteferrario, Gigi Pelizzari e Simona Ramella Paia. La band: Luca Cireddu,  Enrico Gallotto, Fabrizio Lovati, Mauro Mazzia, Nora Mello Grand, Valeria Ubertino, Adolfo Venza.

Uno spettacolo, come detto, dedicato a una giovane scomparsa prematuramente. Riccardo Leonesi, il suo compagno di banco, e Luca Bocchio Ramazio hanno dato vita all'Associazione Elisa Gentile. «Quando una persona viene a mancare la memoria è calda, ma poi col tempo sfuma tutto», a partire da questa riflessione Leonesi, ha chiarito l'obiettivo fondamentale: preservare la memoria della ragazza tragicamente scomparsa.

In primis creando un archivio: «una sorta di database contenente frasi, aneddoti, ricordi – spiega Luca – insomma raccogliere le testimonianze di chi la conosceva bene o meno bene, di chi ne aveva un'opinione positiva, ma anche di chi ha qualcosa di negativo da dire». La neonata Associazione si propone anche di stanziare una Borsa di Studio per merito che non consisterà in un premio in denaro, ma nel finanziamento di un corso pre­universitario o in un buono per l'acquisto di libri di studio. «Vogliamo fare questo perché Elisa era molto studiosa e vogliamo ricordarla per tutti i suoi innumerevoli interessi, abbiamo pensato che si potrebbe organizzare un torneo di pallavolo e proporre occasioni di volontariato, visto che si impegnava molto in queste attività».

Tags: donna faber, biella, teatro dello zircone, elisa gentile

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia