La segnalazione e la richiesta di Stefano Revello

“Non dimentichiamo Amerigo Scanzio, venga esposta la targa alla memoria”

Le spoglie di Amerigo Italo Scanzio si troverebbero ora nell’ossario comune del cimitero di Capoluogo, a Cossato. Di lui, che aveva lasciato all’Amministrazione comunale un cospicuo patrimonio, non rimarrebbe neppure una targa. La segnalazione è del consi

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12-06-2015 alle ore 00:00:00.
non-dimentichiamo-amerigo-scanzio-venga-esposta-la-targa-alla-memoria-560feeaf7eb0e3.jpg
“Non dimentichiamo Amerigo Scanzio, venga esposta la targa alla memoria”

Le spoglie di Amerigo Italo Scanzio si troverebbero ora nell’ossario comune del cimitero di Capoluogo, a Cossato. Di lui, che aveva lasciato all’Amministrazione comunale un cospicuo patrimonio, non rimarrebbe neppure una targa. La segnalazione è del consigliere comunale Stefano Revello.

“Il benemerito Amerigo Scanzio, morto nel 1998, ha lasciato in eredità alle amministrazioni di Cossato e Candelo un appartamento e del denaro - spiega -. Un mese fa, il sindaco Claudio Corradino annunciava di voler vendere l'ultimo immobile ricevuto in eredità, pare ubicato in Spagna, incamerando altro denaro che dovrebbe, si spera, alleggerire le tasse ai cittadini di Cossato. Il paradosso è che, mentre il Sindaco spenderà e ha già speso il denaro dell'eredità, nessuno si cura di conservare le spoglie dell'estinto che pare siano finite nell'ossario comune. Come si legge nel cartello da me ripreso nella foto dell'anno scorso, il Comune avvisava gli eredi, cioè se stesso, che se nessuno si fosse presentato le spoglie sarebbero finite nell'ossario comune. Tutto veramente ridicolo. Ora si spera che almeno la targa commemorativa, che si vede anche nella fotografia, sia stata salvata. Chiedo, insieme a molti cittadini, che venga posizionata all'ingresso del municipio, in ricordo del nostro beneamato concittadino. Per quanto riguarda il comportamento del Sindaco, non penso sia da vero amministratore, ma lascio che siano i cittadini a esprimere un giudizio”.

Sentito in merito l’amministratore Claudio Corradino, dice: “Stiamo cercando di vendere l’appartamento di Barcellona. Si tratta di sistemare alcune pratiche burocratiche che non erano state gestite. Adesso Marco Barbierato del Pd mi dirà che do sempre la colpa agli altri, ma le precedenti amministrazioni non avevano perfezionato la documentazione. D’accordo con il sindaco di Candelo Mariella Biollino stiamo cercando la soluzione. Il lascito in denaro, come disposto dall’estinto, è utilizzato per finanziare borse di studio. Sul patrimonio Scanzio questo è tutto”.

Anna Arietti

Tags: amerigo scanzio, cossato, targa alla memoria, stefano revello

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia