Due parole con il team manager a pochi giorni dal raduno di Pallacanestro Biella

Nicola Minessi: «Tutto deve essere pronto per il via»

Ancora qualche giorno di vacanza e poi si partirà per una nuova avventura. Martedì sarà infatti il tanto atteso “primo giorno di scuola” della nuova Angelico, della squadra chiamata ad affrontare il campionato 2014/2015 di serie A2 Gold.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22-08-2014 alle ore 00:00:00.
nicola-minessi-tutto-deve-essere-pronto-per-il-via-560fd0402e9663.jpg
Nicola Minessi, team manager dell'Angelico

Ancora qualche giorno di vacanza e poi si partirà per una nuova avventura. Martedì sarà infatti il tanto atteso “primo giorno di scuola” della nuova Angelico, della squadra chiamata ad affrontare il campionato 2014/2015 di serie A2 Gold.

E queste ultime sono ore decisamente frenetiche per chi deve sincerarsi che tutto sia pronto in vista del 26 di agosto. Stiamo ovviamente parlando di Nicola Minessi, team manager rossoblù ormai da un anno.

Allora “Mine”, come vedi questa nuova stagione?

«Veramente le mie preoccupazioni in questo momento sono ben diverse rispetto alla squadra piuttosto che al campionato. Di tutto questo si occupa Gabriele (Fioretti, ndr). Basti pensare che proprio pochi minuti fa ho dovuto “fare i conti” con Infante che aveva appena scoperto di avere il satellite in casa e festeggiava come avesse realizzato la bomba decisiva allo scadere. A parte gli scherzi, devo sistemare tutto per l’arrivo dei giocatori e per il successivo ritiro a Bormio, devo occuparmi di tutto quello che concerne la parte logistica e organizzativa. Questa attesa è snervante per me e davvero vorrei che la data del raduno fosse spostata un po’ più avanti. D’altro canto, però, non vedo l’ora che si parta, in modo tale da essere più sereno e sapere che è tutto sistemato».

Come giudichi il nuovo roster rispetto a quello dello scorso anno?

«Beh, rispetto a un anno fa sono rimasti ben sei giocatori, quindi la squadra non sarà così differente. Anche perchè pure l’intero staff tecnico guidato da coach Fabio Corbani sarà il medesimo. La filosofia non cambierà. Certo, se ne sono andati tre elementi importanti come Tommaso Raspino, Marco Laganà e Damian Hollis, ma con la crescita di ragazzi quali Erik Lombardi e Niccolò De Vico e l’arrivo di un giocatore del calibro Benjamin Raymond avremo tutte le possibilità di fare altrettanto bene».

Andrea Rossetti

L'intervista integrale in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Tags: nicola minessi, intervista, Angelico, biella, pallacanestro biella, basket

Articoli dello Stesso Argomento

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia