Chi non comunica di voler cancellare l'appuntamento è tenuto a pagare l'intera quota della prestazio

Mancate disdette di visite ed esami: l'Asl intensifica i controlli

Dalle verifiche effettuate dall'Azienda sanitaria locale di Biella, è emerso che numerosi pazienti, dopo aver prenotato una visita o un esame ambulatoriale (da farsi sia in ospedale sia sul territorio), non si presentano all’appuntamento programmato e non

Stampa Home
Articolo pubblicato il 07-08-2015 alle ore 18:49:40.
mancate-disdette-di-visite-ed-esami-lasl-intensifica-i-controlli-560ff2ba13f443.jpg
Per dare disdetta basta una telefonata

Dalle verifiche effettuate dall'Azienda sanitaria locale di Biella, è emerso che numerosi pazienti, dopo aver prenotato una visita o un esame ambulatoriale (da farsi sia in ospedale sia sul territorio), non si presentano all’appuntamento programmato e non comunicano per tempo la disdetta.

Per diverse specialità, come la Radiologia, in alcune giornate si assiste a una percentuale di visite “mancate” che varia dal 10 al 30%. E’ evidente che questa situazione comporti una serie di disagi in termini organizzativi, oltre ad un allungamento delle liste di attesa.

Le Aziende Sanitarie sono tenute a richiedere all’utente, anche se è esente dal pagamento del ticket, il versamento dell’intera quota della prestazione (si consideri che il costo di una TAC o di una RMN può superare i 430 euro), quando questi non effettui la disdetta entro due giorni lavorativi dalla data dell’esame o della visita. Sono esclusi da questa disposizione i cittadini che non hanno potuto comunicare la cancellazione della prestazione per cause di forza maggiore, che vanno comunque documentate.

Per effettuare la disdetta è possibile rivolgersi al numero verde gratuito 800 800 812 (attivo da lunedì a venerdì, dalle ore 8 alle 17) o agli sportelli amministrativi (Cup) presenti su tutto il territorio di competenza dell’ASL di Biella, nei giorni e negli orari di apertura. Anche in caso di mancata disdetta entro i due giorni lavorativi previsti, per cause di forza maggiore, occorre contattare i numeri sopra indicati in modo da ricevere le istruzioni necessarie per comprovare l’effettiva impossibilità.

L’Azienda Sanitaria Locale continuerà a monitorare la situazione, applicando la normativa, al fine di garantire l’accesso alle cure al maggior numero di utenti possibile, favorendo così anche la riduzione delle liste di attesa per coloro che aspettano di poter effettuare la prestazione.

«Il miglioramento dell’offerta sanitaria passa anche attraverso il senso di responsabilità del cittadino - spiega Gianni Bonelli, Direttore Generale dell’ASL di Biella -, che è chiamato ad un corretto utilizzo dei servizi. Si tratta di una collaborazione reciproca tra Azienda ed utenti, per una gestione efficace ed efficiente del bene pubblico. L’ASL di Biella si sta impegnando per ampliare l’offerta, ma è importante che anche il cittadino faccia la propria parte: di fatto, chi non comunica la propria impossibilità di recarsi ad effettuare la prestazione impedisce ad un altro di riceverla».

Tags: asl, mancate disdette, biella, liste d`attesa, visite, esami, controlli

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia