"Mai stato così vicino alla morte. La pausa per una crêpe ci ha salvato la vita"

Lo studente Matteo Avidano era poco distante dal luogo dell'attentato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16-07-2016 alle ore 10:46:10.
Matteo Avidano
Matteo Avidano

Passato lo choc iniziale, emerge la consapevolezza di ciò che si è rischiato.

Sono numerosi i biellesi che direttamente o indirettamente hanno vissuto i drammatici momenti di Nizza, trovandosi nella città transalpina in vacanza o per lavoro.

Uno di questi, lo studente Matteo Avidano, ha espresso sui social network il proprio sgomento.

"Posso dire di non essere mai stato così vicino alla morte - ha scritto -. Ringrazio Dio di essere ancora vivo per poterlo raccontare. Una breve pausa per una crêpes con la mia ragazza mi ha salvato la vita, siccome l'intenzione era quella di andare a vedere i fuochi pirotecnici".

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia