Il primo cittadino di Valle Mosso replica al portavoce dell’opposizione Costella

«Lo stipendio del sindaco non è aumentato, è diminuito»

«Il sindaco non si è aumentato lo stipendio, anzi è stato abbassato», così Cristina Sasso risponde alle critiche lanciate durante il consiglio comunale di insediamento dal capogruppo di minoranza Roberto Costella.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 19-06-2014 alle ore 00:00:00.
lo-stipendio-del-sindaco-non-e-aumentato-e-diminuito-560fc8d8842573.jpg
Cristina Sasso, sindaco di Valle Mosso

«Il sindaco non si è aumentato lo stipendio, anzi è stato abbassato», così Cristina Sasso risponde alle critiche lanciate durante il consiglio comunale di insediamento dal capogruppo di minoranza Roberto Costella.

«L’indennità prevista per i sindaci è stabilita dal decreto legislativo 267/2000 in funzione del numero degli abitanti del comune, nello specifico a Valle Mosso al sindaco è attribuita una indennità lorda pari ad 1.952,21 euro - spiega -. Il medesimo decreto sopracitato stabilisce che nel caso in cui il sindaco sia un lavoratore dipendente tale indennità sia dimezzata, ciò evidentemente è dovuto al fatto che i contratti di lavoro dipendente prevedono la possibilità di usufruire di permessi retribuiti per svolgere la propria funzione, che l’azienda anticipa chiedendo poi il rimborso all’ente presso il quale il sindaco esplicita la carica. Cosa che ovviamente non accade per i lavoratori autonomi come la sottoscritta, essendo libero professionista». Ma Sasso aggiunge ancora: «Nel determinare le indennità della nuova amministrazione ci siamo allineati con quanto previsto dalla legge che non consente di superare l’importo di spesa dell’anno precedente, oltre a non essere nelle nostre intenzioni gravare sul comune, avremmo compiuto un atto illecito  se ci fossimo comportati in altro modo. Pertanto si sono dovuti rideterminare al ribasso gli importi di tutti gli amministratori, sindaco compreso che da una indennità lorda di 1.952,21 è passato ad 1.600 euro lordi, direi che se la matematica non è un’opinione lo “stipendio” del sindaco è diminuito».

Il primo cittadino spiega anche le scelte della giunta, anche queste criticate dalla minoranza: «La scelta è stata fatta in base all’esperienza ed alla competenza delle persone, il vicesindaco Alberto Scarangella si sta laureando in economia aziendale, è giovane, da sempre si è occupato delle iniziative del paese ed ha collaborato con le associazioni, inoltre ha ottenuto molte preferenze, così come Laura Marampon e Claudio Rosa. Mi spiace che dalle dichiarazioni di Costella trapeli poca fiducia nei giovani. Ho voluto inoltre che Eusebio Fantini facesse parte della squadra perché ha una grande esperienza».

Tags: cristina sasso, roberto costella, Valle Mosso, indennità sindaco

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 13-09-2017
Sorpreso in auto con droga, non aveva patente, assicurazione e revisione 3 Sorpreso alla guida di un'autovettura in possesso di un piccolo quantitativo di droga, a seguito degli accertamenti da parte degli agenti della Questura...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia