La paga del sabato

Libera nos a palo

di Giuliano Ramella

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01-01-2016 alle ore 17:00:00.
Giuliano Ramella
Giuliano Ramella

Il palo è quello che veglia le imprese della banda dell'Ortiga di Jannacci, è trasparente metafora fallica (cfr. Rocco Siffredi e lap dance), è lo strumento di tortura e morte adorato da Vlad III di Valacchia (Dracula o Vlad "l'impalatore") che nel 1460 a Sibiu fece impalare 10.000 prigionieri, è il Palo(s) de la Frontera da cui partì Cristobal Colon al descubrimiento della Merica, è il beffardo impedimento al gol (il "quasi gol" di Nicolò Carosio).

Ah, è anche il “legno, avente sezione tondeggiante e sviluppo prevalente nel senso della lunghezza, che piantato in terra per un estremo serve di sostegno a piante, per fare recinzioni e sim. (...) Per estensione: qualsiasi elemento resistente di forma e di funzione analoga, anche se di materiale diverso, metallo, cemento armato ecc.“ (Vocabolario Treccani). Ed è proprio il palo in quest'ultima configurazione l'oggetto del turbamento natalizio di molti cittadini biellesi, dopo che Omar Ronda in pieno Natale ha postato in rete una rovente lettera aperta al sindaco Cavicchioli censurando pesantemente il rifacimento della piazza Duomo (“...paragonabile solo ad un aeroporto bulgaro...”), e in particolare l'installazione degli “enormi e spropositati pali illuminanti di color grigio topo che svettano allineati ed incombenti come tanti missili nucleari pronti al lancio o a patiboli per l'impiccagione di cittadini morosi e reticenti alla sottomissione”. 

'Sti cazzi che prosa, e che indignazione ! Potente leva di pubblica e affollata partecipazione, con generosi e fantasiosi suggerimenti per l'uso dei suddetti pali nei riguardi dell'amministrazione comunale e dei progettisti, sodomizzazione in primis.

Il giorno dopo, Santo Stefano, nell'affollata messa grande nel prospicente Duomo, il corale Pater Noster si è concluso con una accorata e cogente invocazione: “et libera nos a palo”. Amen.

 

giulianoramella@tiscali.it

La rubrica di Giuliano Ramella viene pubblicata ogni sabato sulla Nuova Provincia di Biella

Tags: Giuliano Ramella,paga del sabato

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia