Il commento di Renzo Belossi, pendolare

Le ferrovie nel Biellese

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04-07-2015 alle ore 18:08:26.
le-ferrovie-nel-biellese-560ff0305904e3.jpg
Le ferrovie nel Biellese

Dal 14 giugno è entrato in vigore l'orario estivo per in treni. Anche per i collegamenti ferroviari da e per Biella sono state apportate alcune modifiche, in particolare e solamente, riguardo i convogli in partenza per Santhià verso Torino e in arrivo dalla stessa stazione, con un anticipo delle partenze mattutine e una posticipazione di quelle serali, il tutto per permettere ai tanti pendolari di avere coicidenze con i treni verso Torino più ragionevoli.
La decisione come ben sappiamo è stata presa perché troppe volte i pendolari perdeveano la coincidenza, soprattutto per pochi minuti, ed in questo modo, pur non risolvendo i problemi dei collegamenti ferroviari bielllesi, si dà respiro permettendo ai tanti biellesi che prendono il treno di riuscire ad arrivare a Biella senza intoppi. Purtroppo mi preme segnalare come la situazione verso Milano rimanga difficile, perché al momento con il nuovo orario estivo nessun ritocco agli orari dei treni verso e da Novara è stato fatto, rimanendo nei fatti strettissime le coincidenze per poter agganciare il treno per Milano (parilamo di 2/3 minuti che a volte non bastano), e ciò lo dico a ragion veduta, in quanto toccato direttamente dal problema insieme a tanti altri vaiaggiatori del nostro territorio che quotidinamente si recano a Milano.
E' vero che con gli aggiustamenti degli orari non si aggiusta in modo strutturale il sistema di collegamenti del nostro teritorio, ma come giustamente hanno sottolineato l'Associazione Pendolari e i rappresenati politici locali e regionali, si prova a dare in modo unito una prima risposta. Per questo occorre tenere conto anche di chi viaggia su Milano, rivedendo, se possibile, alcuni orari di partenza che a volte impediscono di prendere il treno regionale veloce verso il capoluogo lombardo, visto che sulla linea Novara-Biella basta un temporale un po' forte per mettere a repentaglio l'andamento delle corse e questo è solo uno dei problemi, senza contare quelli legati al l'infrastruttura in se.
Ritengo sempre più fondamentale per il nostro territorio avere collegamenti su ferro funzionanti al meglio, questa è una delle nostre chiavi per il futuro, e a parte i singoli arrangiamenti di orari e la possibilità di rivedere, forse, un diretto per Milano, come il Comune di Biella ha ipotizzato, occorre pensare quale tratta priviligiare tra Santhià e Novara, per due ragioni, la prima è che mi pare di capire che  RFI(gestore dell'infrastruttura) progressivamente razionalizzerà la propria presenza sui territori e non sarà più garantito un presidio di personale e quindi le sale di controllo saranno centralizzate e automatizzate, la seconda, a mio vedere, perché probabilmente in questo modo potremmo avere più chance di ottenere qualche investimento sul servizio e sull'infrastruttura-anche in previsione delle gare regionali-che non sarebbe niente male, visto che credo non si vedano interventi da più di 50 anni a questa parte. Non nascondo la mia preferenza nel privilegiare Santhià in quanto la linea viene percorsa in minor tempo, è più affidabile ed inoltre arrivando a Santhià, sia chi va verso Milano/Novara sia chi va verso Torino, può essere soddisfatto, certamente rimane il problema di chi vive nel biellese orientale, Cossato e dintorni, a cui penso si possa ovviare crando un sistema integrato di trasporto gomma-ferro che dia la possibilità anche a questa zona di non rimanere tagliata fuori, sistema integrato, che credo, sia necessario anche in questo momento proprio per offrire maggiori possibilità di interscambio dei mezzi da utilizzare con costi contenuti e garantendo una copertura maggiore dei collegamenti verso i centri maggiori.
Ovviamente questa è la mia idea, giusta, sbagliata, realizzabile o poco fattibile, ma è necessario interrogarsi e avere un minimo di visione, possibilmente comune  a livello di istituzioni, sul futuro dei trasporti biellesi.
Renzo Belossi
Pendolare e consigliere comunale a Candelo

Tags: ferrovie

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia