I rossoblu ospiti della Benacquista

L'Angelico a Latina per restare in vetta alla classifica

Stampa Home
Articolo pubblicato il 30-10-2016 alle ore 07:59:58.
L'Angelico a Latina per restare in vetta alla classifica 3
L'allenatore Michele Carrea

Si torna “on the road”. Seconda trasferta stagionale per l'Angelico. Oggi i rossoblù saranno infatti impegnati al PalaBianchini di Latina (palla a due alle 18), ospite di una Benacquista che al momento non se la sta passando troppo bene in classifica: bilancio diametralmente opposto rispetto a De Vico e compagni, con un successo in quattro partite.

Biella, dal canto suo, si presenta sul parquet laziale forte del primo posto - seppur con coabitazione con Tortona, Legnano, Siena, Ferentino e Roma - e di una rinnovata fiducia nelle proprie qualità. Certo è che l'ultima sfida lontano dal Forum si era rivelata davvero negativa, con il tonfo a Barcellona contro Reggio Calabria. Un ko, però, per certi verso salutare, perchè da lì l'Angelico ha resettato tutto e, testa bassa, ha inanellato le due belle prestazioni contro Agrigento e Roma.

Ecco allora che la partita di Latina può rappresentare una sorta di primo esame di maturità per Biella. «Una sfida complicata - sono le parole della vigilia di Michele Carrea -. Latina ha un evidente bisogno di punti e questo aspetto produrrà altissima intensità e in un ambiente difficile. I nostri avversari hanno esterni di talento, che già lo scorso anno ci hanno fatto male, e lunghi intercambiabili, che possono aprire il campo, giocare in post o rollare. Un aspetto che, se non ci faremo trovare preparati, potrebbe generare un po' di confusione negli accoppiamenti. La batosta con Reggio Calabria ha prodotto in noi la consapevolezza che non eravamo pronti e questa settimana abbiamo pertanto lavorato con l'idea di restare preoccupati, bisogna fare di tutto per essere pronti, poi se ci saremo riusciti o meno lo dirà il campo. Dobbiamo avere continuità nell'arco dei 40 minuti, riducendo al minimo i giri a vuoto. E' allora necessario allenarsi in settimana avvicinandosi il più possibile al limite, solo così saremo pronti alla battaglia. Mentre se ci guardiamo allo specchio in allenamento, in partita non lo saremo».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia