Marco Leone bissa il successo del 2014

La Traversata del Lago ha il suo "re Leone"

Marco Leone si conferma “re” di Viveronese. E se nel 2014 il portacolori del Circolo Can Napoli aveva dovuto condividere il gradino più alto del podio con il milanese Alessandro Gesini, quest'anno l'atleta partenopeo ha pensato bene di fare tutto da solo,

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10-08-2015 alle ore 18:30:35.
la-traversata-del-lago-ha-il-suo-re-leone-560ff2dbc7ea73.jpg
La Traversata del Lago ha il suo "re Leone"

Marco Leone si conferma “re” di Viverone. E se nel 2014 il portacolori del Circolo Can Napoli aveva dovuto condividere il gradino più alto del podio con il milanese Alessandro Gesini, quest'anno l'atleta partenopeo ha pensato bene di fare tutto da solo, senza dover dividere l'oro con nessuno.

Un successo anche l'edizione 2015 - la 46esima - de “La Traversata a Nuoto del Lago”, la prestigiosa kermesse disputata sabato scorso e inserita per il quinto ano consecutivo nel “Nobile dei Laghi”, rientrando così di fatto nelle 14 traversate più importanti d’Italia.

Si sono registrati ben 137 iscritti, italiani provenienti da tutto il nord Italia, alcuni belgi e altri provenienti da Germania e Svizzera. Il ritmo della competizione è stato davvero elevato, malgrado non sia stato battuto il record. In pochi secondi, le prime bracciate hanno affrontato un lago increspato e con corrente contraria sino a metà percorso. I primi atleti si sono subito distinti grazie alle loro capacità natatorie, distanziandosi dal gruppo. Il primo ad aver toccato la riva del Lac Soleil (quest’anno si è tornati all’arrivo alla scaletta per mancanza di acqua a riva, ndr), nella categoria maschile, è stato Marco Leone (come detto già vincitore lo scorso anno a pari merito), che ha percorso il tratto di lago in 45’21” precedendo di un soffio Riccardo Chiarcos, secondo in 45’25”, terza posizione per Andrea Ferrari, in 45’36’’.

In ambito femminile, la prima classificata è stata Erika Audasso, che ha chiuso con il tempo di 47’11’’, mentre per quanto riguarda le altre categorie i vincitori sono stati Andrea Actis (categoria Pinnato, con il crono di 43'34”), Ivana Martina Ivanuscolo (Juniores femminile, in 58'53”) e Diego Bortolozzo (Juniores maschile, in 47ì47”). Ma lo slogan “Acque libere e nuoto per tutti!” ha trovato a Viverone il massimo della sua espressione, proponendo al pubblico una gara realmente aperta a tutti: basti pensare alla partecipazione di Jaqueline Xhaet, che nonostante le sue 85 primavere non si è voluta privare del piacere di confrontarsi con gli altri concorrenti e soprattutto con se stessa.

Tags: traversata del lago, viverone, marco leone, Jaqueline Xhaet

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia