Lunedì mattina senza sigarette contro il governo che aumenta i costi e diminuisce i ricavi

La rivolta dei tabaccai

Mattinata dura per i fumatori incalliti rimasti senza sigarette: fino a mezzogiorno hanno dovuto fare a meno della nicotina perché i tabaccai italiani sono in sciopero.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10-03-2014 alle ore 00:00:00.
la-rivolta-dei-tabaccai-560fa8a5082de3.jpg
Il cartello affisso nelle tabaccherie che aderiscono alla protesta

Mattinata dura per i fumatori incalliti rimasti senza sigarette: fino a mezzogiorno hanno dovuto fare a meno della nicotina perché i tabaccai italiani sono in sciopero.

L'iniziativa è stata presa a livello nazionale dalla Fit, la federazione della categoria, sul piede di guerra per i recenti ribassi applicati da alcune multinazionali del tabacco, che sono andati a incidere ulteriormente sui guadagni degli esercenti. Si tratta, però, dell'ultima goccia che ha fatto traboccare un vaso già colmo da tempo.

"Chiediamo - spiega Barbara Aloe da una tabaccheria di via Italia - un aumento dei guadagni, visto che sono tra i più bassi d'Europa. In Francia la percentuale sul singolo pacchetto è circa il doppio".

I rivenditori di sigarette "si tengono" il 10% del totale. Per questo l'improvviso passaggio del prezzo, ad esempio, da 4,60 a 4 euro, deciso da uno dei marchi più noti senza preavviso, non è stato affatto gradito.

"Noi dobbiamo pagare in anticipo - continua Aloe - quindi abbiamo acquistato quel prodotto al prezzo pieno (al quale va sottratto, come detto, il 10 per cento, ndr) e ora ci troviamo a dover rivendere le scorte a un prezzo molto più basso perché nessuno ci avvertiti per tempo".

Quindi per tutto il mese di marzo, ogni lunedì mattina, i tabaccai chiederanno un cambio di rotta al governo smettendo di vendere le "bionde", come recita il cartello affisso nei punti vendita aderenti: "Contro un governo che aumenta i costi e diminuisce i ricavi, lunedì mattina non vendiamo tabacchi per sciopero".

Tags: tabacchi, barbara aloe

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 09-12-2017
Lo sfogo di un lettore : Riportiamo integralmente la protesta di un nostro lettore amareggiato e preoccupato per gli episodi di vandalismo che ripetutamente avvengono nel suo quartiere.
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia