Il sindaco di Quaregna continua a sostenere l'inutilità e l'ingovernabilità dell'ente

«La Provincia? Debiti su debiti»

«Lo stato debitorio della Provincia persiste, continuerà ad ammonticchiare debiti su debiti». Non si scosta di una virgola la posizione del primo cittadino di Quaregna, Katia Giordani, riguardo alla situazione provinciale.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31-10-2014 alle ore 00:00:00.
la-provincia-debiti-su-debiti-560fda22e9b243.jpg
Il sindaco di Quaregna, Katia Giordani

«Nella Pubblica amministrazione si deve essere più realisti del re: una rondine non fa primavera. Lo stato debitorio dell’ente Provincia persiste e continuerà ad ammonticchiare debiti su debiti». Non si scosta di una virgola la posizione del primo cittadino di Quaregna, Katia Giordani, riguardo la situazione provinciale.

Lei, all’inizio di settembre, dichiarò alla nostra testata: «Non andrò a votare per la nomina del presidente. Le province devono essere svuotate e i dipendenti ricollocati. Non serve a nulla mettere un kamikaze».

Eppure, ora che il presidente è stato eletto, i contributi regionali stanno arrivando. «Non capisco per quale motivo ora, miracolosamente, in appena quindici giorni, i soldi saltino fuori, mentre prima non c'erano -incalza-. Chissà cosa c'è dietro? Devo pensare che al commissario non importasse nulla della nostra disastrosa situazione o non era in grado di assolvere al dovere? Eppure l’incarico l’aveva assunto. La fascia azzurra la indossava lui non io. Comunque non sindachiamo sui ruoli, pensiamo ai fatti. Il denaro doveva saltare fuori prima. Eravamo, e siamo, alla canna del gas. Noi, a Quaregna, lavoriamo con precisi criteri per gli stanziamenti. Mi sembra strana questa situazione che si sta creando. Le elezioni sono avvenute da pochi giorni e già saltano fuori i contributi. E il debito della Provincia come verrà ripianato? Con la criticità dei dipendenti, che non hanno ancora trovato nessuna nuova collocazione, che si fa? Sono felice che sia arrivata una certa disponibilità economica per far fronte ad alcuni problemi, ma non è sufficiente. Cosa sono 550.000 euro ripartiti su di una provincia come Biella? Per cui andiamo avanti. Lasciamo lavorare».

Anna Arietti

Tags: katia giordani, Provincia, debiti, quaregna

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia