Sotto la lente i Seraphic Eyes, gruppo nato nel 2011

“La musica esprime la nostra interiorità”

I Seraphic Eyes sono nati tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, uscendo da una vecchia Focus verde che è stata poi smembrata per il mercato dei pezzi di ricambio ungheresi.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09-04-2014 alle ore 10:00:00.
la-musica-esprime-la-nostra-interiorita-560faa84296bd3.jpg
I Seraphic Eyes

“I Seraphic Eyes sono nati tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, uscendo da una vecchia Focus verde che è stata poi smembrata per il mercato dei pezzi di ricambio ungheresi. Quello che non è stato spedito all’estero ha fatto sì che Alberto (voce e chitarra), Alessio (batteria e cori) e poi Laura (basso) si unissero nella band, cominciando a suonare brani propri e cover in stile grunge e punkrock”.

Si raccontano così i tre musicisti della band: Alberto M Surf (voce, chitarra, arrangiamenti), Alessio Azzalin (percussioni), Laura Gagliardi (basso). Canzoni in inglese, con un sound che definirei (perfettamente in linea con il titolo della nostra rubrica) post-grunge: “Amiamo molto quel genere di rock, più intimista e ricco di influenze rispetto a molti altri, con le sue distorsioni e i suoi suoni graffiati che cercano di parlare più approfonditamente di sogni e aspirazioni del genere umano.

La musica per noi è un modo per esprimere ciò che abbiamo dentro, per parlare delle difficoltà e delle incertezze umane e materiali del mondo attuale; a differenza però del periodo 90s, a noi piace parlare di questi temi e con questi suoni ma con un’occhio in più alla speranza e all’impegno per migliorare la nostra condizione”.

I Seraphic Eyes hanno all’attivo due dischi: un acustico, ‘Unplugged in the Kitchen - Remixed on the Couch’, registrato e mixato completamente dalla band con l’aiuto di Manuel Cavasin, e un elettrico, ‘Heritage’, registrato a Torino.

“Heritage è stato trasmesso su FM in Inghilterra, Canada, Francia e su molte webradio in Australia, Belgio, Messico e Indonesia dove ci è stata anche dedicata una fanpage… cose incredibili che capitano grazie a internet!”
La band ha anche realizzato alcuni video per promuovere i propri dischi. Si possono trovare su youtube alla voce ‘Seraphic Eyes’ o direttamente sul sito www.seraphiceyes.com (dove si possono inoltre ascoltare alcuni brani).
Tra i vari concorsi a cui hanno partecipato, i Seraphic Eyes hanno avuto buoni risultati tra cui un secondo posto alle Officine Sonore di Vercelli.

Continuano intanto a lavorare in studio: “Al momento siamo in fase di registrazione di un nuovo disco acustico e stiamo preparando un nuovo disco elettrico; inoltre, visto il riscontro estero per i nostri testi in inglese, stiamo cercando di organizzare un piccolo tour europeo. Intanto prosegue la nostra attività live in zona”.
Molte serate ci daranno modo di vederli sul palco, queste le prossime date: stasera a “Il Maglio” (Torino), sabato 12 al Vecchio Mulino (Valdengo), il 25 aprile al Grande Lebowsky (Novara) e ancora nel Biellese il 13 maggio al Tortuga Pub (Vigliano).

“In un mondo spesso difficile e complesso noi cerchiamo di fare del nostro meglio per creare un bel rock, originale, adrenalinico e coinvolgente, per far divertire il nostro pubblico e noi stessi!”

'Grunge is alive', caro il nostro Kurt... che ci lasciò quaggiù in un triste 5 aprile proprio 20 anni fa, grunge is not dead!

Maria Carola Saccoletto

Tags: seraphic eyes, biella come seattle, Musica

Articoli dello Stesso Argomento

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia