Alasinistra, la rubrica di Roberto Pietrobon

La libertà di dissentire

La settimana scorsa si sono prodotti due fenomeni che, casualmente incrociati, parlano di un certo tipo di biellesità ma, anche, di un certo tipo di sinistra.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15-10-2014 alle ore 00:00:00.
la-liberta-di-dissentire-560fd416106b33.jpg
Roberto Pietrobon

La settimana scorsa si sono prodotti due fenomeni che, casualmente incrociati, parlano di un certo tipo di biellesità ma, anche, di un certo tipo di sinistra. Il primo riguarda il mio corsivo sui #100giorni della Giunta Cavicchioli. In privato (e su questo aspetto tornerò) ho ricevuto pesantissimi attacchi personali, sfociati in un “scrivi robe da leghista”, come se parlare di tariffe delle mense scolastiche o di consumo di suolo fosse un argomento “da leghista”.

Il punto però, evidentemente, non è questo. A Biella vige una cultura “ottocentesca” che mischia il cattolicesimo giansenista (prega, lavora, taci) con il “liberalismo” massonico (lavora, accumula, taci).

Che, nella fantomatica “operosità” di chi non si perde in fronzoli (e cosa c’è di più effimero dello scrivere?), fa del silenzio (tutto il contrario di pubblicare su questo giornale) la sua regola aurea. Per questo, prima ancora del contenuto dello scritto, c’è la violazione della norma che imporrebbe il silenzio pubblico su quanto avviene tra le stanze del potere politico locale.

Perché? Perché, a sinistra, si unisce un’altra categoria che è quella del “togliattismo”, quella delle due verità: quella interna, dove - teoricamente - si parla in libertà, e quella pubblica, dove si risponde come un sol uomo. Un po’ quello che, nelle parole di Renzi, avrebbe dovuto avvenire – per l’ennesima fiducia – martedì scorso al Senato.

Puoi essere in dissenso ma, poi, devi votare – per disciplina – quello che decide la maggioranza, e non importa la Costituzione, la tua coscienza, le persone che rappresenti: c’è la disciplina di partito e a quella devi attenerti. Paradossalmente, proprio coloro che non provengono dalla storia della sinistra comunista italiana invocano la disciplina di partito, una sorta di stalinismo, ma senza comunismo. Un autoritarismo dall’alto senza nemmeno la parvenza di una qualche copertura ideologica.

Purtroppo, il “re è nudo” a Biella come a Roma. Con l’aggravante che qui non c’è il circo mediatico a totale servizio del “re” e, quindi, essendo una terra di poche migliaia di anime, tutto diventa più fluido, incontrollato e pubblico. Un commento sui social network o un editoriale sulla stampa locale possono far crollare un castello di carta che non regge alla prova dei fatti. Perché i “fatti hanno la testa dura”. Invece il flop – ampiamente previsto, anche da chi scrive – dell’assemblea sul progetto milionario di Piazza Duomo non diviene occasione per una seria autocritica e per un - seppur tardivo - ripensamento, ma occasione, per alcuni, di chiudersi ancora di più a riccio e criticare chi quel progetto lo ha sempre contestato. Non ci sono i fatti, c’è solo il proprio punto di vista.

Magari sul breve periodo hanno ragione loro, conta di più il metodo piuttosto che il merito delle questioni. Forse, lo scagliarsi contro il “teatrino” che – quasi in contemporanea – Renzi e Cavicchioli hanno lamentato nei confronti dell’opposizione ha molto più “mercato” che le critiche e il legittimo (e sacrosanto) diritto di dissentire di chi non la pensa uguale. Però, siccome provengo da una storia di sinistra dove la “disciplina” e la “fedeltà” facevano venire l’orticaria, preferisco pensarla come un’eretica del secolo scorso (uccisa, guarda caso, dai suoi stessi ex compagni), Rosa Luxemburg: “la libertà è sempre la libertà di dissentire”. Con buona pace di re e cortigiani.

Roberto Pietrobon

Tags: Alasinistra, Roberto Pietrobon, rubrica pietrobon

Attualità

Cronaca

  • Incidente in superstrada

    29-04-2017
    Ancora un incidente sulla superstrada. E' successo questa notte intorno all'una, quando - per cause ancora da accertare - un uomo ha perso il controllo...
  • Botte da orbi in centro città

    29-04-2017
    Una violenta rissa è scoppiata questa notte in via Torino, a Biella.
  • Lite per... la ruota di una bicicletta

    29-04-2017
    I carabinieri sono dovuti intervenire ieri in via dei Giardini, a Cossato, per una lite tra un 16enne e un cittadino del Mali di 30 anni. Oggetto del...

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

  • Cosa c'è al cinema

    29-04-2017
    La programmazione cinematografica nelle sale biellesi per il fine settimana del 1° maggio.
  • Un sabato con tantissime cose da fare

    29-04-2017
    Mostra: Ugo Nespolo. Opere storiche fino al 30 aprile 2017 - Mostre Biella, Macist Museum, via Costa di Riva 11 Ugo Nespolo, artista poliedrico e graffiante,...
  • Francesco Renga in concerto a Sordevolo

    28-04-2017
    Francesco Renga quest'estate terrà un concerto nel Biellese. Si esibirà l'11 luglio a Sordevolo, una tappa che rientra nel tour organizzato...

Eventi e Manifestazioni

  • Cosa c'è al cinema

    29-04-2017
    La programmazione cinematografica nelle sale biellesi per il fine settimana del 1° maggio.
  • Un sabato con tantissime cose da fare

    29-04-2017
    Mostra: Ugo Nespolo. Opere storiche fino al 30 aprile 2017 - Mostre Biella, Macist Museum, via Costa di Riva 11 Ugo Nespolo, artista poliedrico e graffiante,...
  • Francesco Renga in concerto a Sordevolo

    28-04-2017
    Francesco Renga quest'estate terrà un concerto nel Biellese. Si esibirà l'11 luglio a Sordevolo, una tappa che rientra nel tour organizzato...

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia