Domani verrà inaugurata la mostra di Antonio De Luca

La galleria Zaion si trasforma in un grande giardino

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15-04-2016 alle ore 17:05:01.
La galleria Zaion si trasforma in un grande giardino 3
La galleria Zaion si trasforma in un grande giardino 3

 Lo spazio della ZAION Gallery di Biella sarà trasformato in un grande giardino in cui i fiori sbocceranno sulla carta.
Questa l’idea della personale di Antonio De Luca, INTO THE GARDEN again, che inaugurerà il prossimo 16 Aprile alle ore 18.30.
La mostra, articolata in due sezioni, proporrà oltre alle raffinate figure femminili anche un giardino di delicati fiori dipinti.
E’ questo il nuovo tema introdotto nella poetica di De Luca.
Come per le immagini delle fanciulle anche per quelle floreali centrale è l’idea della grazia che rappresenta la cifra stilistica del suo fare artistico.
 
A parlare del lavoro dell’artista è stato Domenico Maria Papa, critico e curatore, che così scrive: “… Antonio De Luca … ha condotto la sua ricerca indagando le potenzialità di una figurazione che è ancora rappresentazione, spesso di corpi e situazioni quotidiane, ma che non si esaurisce nella pura specularità mimetica. … Tra le forme disegnate che si stemperano nella pittura … si inserisce una materia densa che non è più carta, né pigmento, ma terra e ceramica. … espansioni….Le espansioni dell’opera travalicano i suoi stessi confini… In questo modo il dipinto diviene scultura e installazione, senza mai presentarsi come tale….E’ questa , forse, la valenza più attuale, verrebbe da dire moderna, di un artista  che non rinnega un fare pittura tradizionale, verrebbe da dire antico….”.
 
Della sezione dedicata al giardino così il critico d’arte Elisabetta Dellavalle: “per la prima volta le diafane figure di De Luca si immergono nella Natura. Non in una Natura qualsiasi, inventata per amore di gesto o colore, ma una Natura reale, viva, osservata e studiata dall’artista con metodo e cura.
Una cura per i particolari botanici, la forma dei petali, l’attorcigliarsi delle foglie, il lento appassire dei colori, che l’artista deduce dagli erbari ottocenteschi, ma che ha radici profonde nell’attenzione rinascimentale per la bellezza.”.

 
Il vernissage sarà accompagnato dalle note del sax suonato da Francesco Vigoni e il tema floreale sarà interpretato anche in cucina con un catering di cibi a base di fiori a cura di Orti.ca, noto locale di Vercelli.
 

Per il finissage verrà distribuito un catalogo e proiettato un video – documentario sul lavoro dell’artista a cura del fotografo Walter Zollino.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia