Versione integrale della Paga del sabato

La città verso l'eterno riposo

I vagiti di una campagna elettorale in cui ai giochini di parole scemi (biella6tu, con barazz8 fai fil8), si contrappongono proposte di cene elettorali "magna magna" (idiozia o provocazione?)

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21-03-2014 alle ore 00:00:00.
la-citta-verso-leterno-riposo-560fa92f663cf3.jpg
Giuliano Ramella

Il discorso più serio e realistico potrebbe farlo chi si candidasse ad accompagnare la città verso l'apparentemente inevitabile eterno riposo.  Il più folle, traumatico e coraggioso chi proponesse di radere al suolo (metaforicamente) gli Orsi.  Il più seriamente problematico chi suggerisse di riempire l'ospedale, svuotato dal trasferimento a Ponderano, con l'università riqualificata, residence e convitto inclusi, destinando città studi ad altre funzioni (polo espositivo-congressuale, ampliamento del carcere o altre attività tipicamente periferiche).  Nulla di tutto ciò si ascolta fra i vagiti di una campagna elettorale in cui ai giochini di parole scemi (biella6tu, con barazz8 fai fil8), si contrappongono proposte di cene elettorali "magna magna" (idiozia o provocazione?).  Così come sembrano, fortunatamente, latitare i famigerati "programmi" che nessuno legge perchè, da tempo, li considera una beffarda presa per il culo.

Gli esperti biellesi della comunicazione contemporanea dilagano, cambiano i linguaggi, si rinnovano le iconografie, si moltiplicano i mezzi con la rete a farla da padrone.  Il duofasano del destracentrosinistra, il Sangalli sedicente berlusconiano antemarcia e il Canuto sonocometumivuoi, gorgeggiano il primo pillole di saggezza e di citazioni quotidiane, il secondo ringhiose ricette per parcheggi ospedalieri gratuiti, e sfoggiano disponibilità economiche sontuose.  Il loro competitor a destra, l'uscente (e quasi certamente rientrante) Gentile, partecipa a cinque pranzi e sei cene al giorno, si spara cannoni di guttalax e sogna un mese di brodini vegetali aspettando la tappa del Giro d'Italia il giorno prima delle elezioni, mentre quello di sinistra, Cavicchioli, sì fa raffigurare in guisa di bottiglia di lambrusco ("che inebria senza ubriacare"), afferma che per rilanciare via Italia occorre mettere delle panchine, rimettere i vasoni e moltiplicare i parcheggi così la gente può più comodamente accorrere a contemplare i negozi chiusi;  intanto i suoi consulenti d'immagine mettono in rete un montaggio fotografico in cui, davanti ad una serranda abbassata, appare Gentile con la scritta IMPOTENTE sui genitali.

Classe, creatività, tecnologia e innovazione fanno a gara per il primato della bischerata. Si moltiplicano le liste d'appoggio "tematiche": c'è quella degli esperti di viabilità, dei problemi del commercio, del lancio del sasso balasso, del calcetto saponato jazz, degli adoratori della nduja calabra, dei giocatori di flipper, dei mangiatori di busecca cui cim d' rape e i strascinat'.  Gli elettori biellesi sono sopraffatti, frastornati da tanta "offerta".  Troppa grazia, e qualcuno comincia a pensare che forse il 25 maggio sarà meglio restarsene chiuso in casa, o andare a Viverone per coregoni. 

Giuliano Ramella


Tags: Giuliano Ramella, biella, elezioni amministrative, campagna elettorale, Paga del sabato, La Nuova Provincia di Biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia