Sara Salvigni al Tour Music Fest di Roma

La cantante col cappello scelta tra 8mila artisti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15-11-2016 alle ore 17:04:35.
La cantante col cappello scelta tra 8mila artisti 3
La cantante col cappello scelta tra 8mila artisti 3

Da Biella a Roma per conquistare il Tour Music Fest.
Tra i finalisti del Festival internazionale della musica emergente c’è la giovane Sara Salvigni, 22enne di Vigliano che canta dall’età di otto anni.
Il suo percorso all’interno del Tour Music Fest è iniziato a maggio con la prima selezione live di Torino, superata brillantemente con l’accesso alle seconda fase macroregionale. Poi, a ottobre, la seconda fase, che si è svolta durante i Music Camp. Adesso, dopo sette mesi di prove e sudore e dopo aver superato la concorrenza di oltre 8mila artisti, Sara parteciperà alla semifinale nazionale, in programma a Roma il 18 novembre. Dovrà vedersela, a suon di note, con gli altri trenta artisti della categoria cantautori, per scoprire se sarà o meno tra i grandi protagonisti della serata finale del 2 dicembre, allo storico Piper Club di Roma, al cospetto di Mogol e di fronte a una giuria composta da personaggi di spicco della discografia italiana: Sony, Mtv New Generation, Antonio Vandoni di Radio Italia, Rusty Record, Universal, EMI, ICompany, Euro Music Network e molti altri.
Nonostante la giovane età, Sara è ormai abituata da tempo alle esibizioni live.
«Ho iniziato a cantare all’età di otto anni - racconta - e a scrivere canzoni un paio di anni dopo. Perché canto? Perché è l’unico modo che conosca per essere completamente me stessa. Diciamo che mi riesce molto più facile cantare piuttosto che parlare...». E infatti quando la timida Sara sale sul palco e impugna il microfono, emerge con una carica e un’energia decisamente inaspettate, come i tanti biellesi che hanno avuto modo di ascoltarla sanno già molto bene. Impossibile confondere la sua voce, così come è impossibile confondere lei, quasi sempre “accompagnata” dai fedeli cappelli (non a caso sui social, oltre che sulle pagine che portano il suo nome, “Sara Salvigni”, la si trova anche come #lacantanteconilcappello).
«E’ un tratto che mi rende “riconoscibile” - spiega -. Mi piacciono e ne ho una collezione gigantesca. Li indosso quasi sempre quando canto».
In occasione della semifinale del 18 novembre, al Jailbreak di Roma, si esibirà live con il brano intitolato “Tra la polvere le stelle e il mare”.
«Il testo della canzone - spiega - è molto interpretabile, è difficile spiegarne il significato in poche parole. In realtà è una sorta di dialogo con se stessi. Parla di quando cerchi di ritrovarti dopo esserti smarrita a causa di situazioni difficili».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 09-12-2017
Lo sfogo di un lettore : Riportiamo integralmente la protesta di un nostro lettore amareggiato e preoccupato per gli episodi di vandalismo che ripetutamente avvengono nel suo quartiere.
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia