Acquistate dall'Asl circa 30mila dosi

Influenza, al via la campagna di vaccinazione

Prenderà avvio lunedì 27 ottobre la distribuzione del vaccino antinfluenzale ai medici di Medicina Generale e ai pediatri di Libera Scelta per la campagna 2014-2015.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22-10-2014 alle ore 00:00:00.
influenza-al-via-la-campagna-di-vaccinazione-560fd49ef3e183.jpg
Influenza, al via la campagna di vaccinazione

Prenderà avvio lunedì 27 ottobre la distribuzione del vaccino antinfluenzale ai medici di Medicina Generale e ai pediatri di Libera Scelta per la campagna 2014-2015.

Da lunedì 3 novembre partirà anche la programmazione delle somministrazioni del vaccino ai pazienti.

L’Organizzazione mondiale della Sanità indica quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave: una strategia vaccinale basata su questi presupposti presenta un favorevole rapporto costo-beneficio e costo-efficacia.

Pertanto, gli obiettivi della campagna vaccinale stagionale contro l’influenza sono la riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte; la riduzione dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità.

In base alle statistiche elaborate dal Seremi (Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive), l’ASL BI nella passata stagione ha ottenuto una copertura vaccinale nei soggetti ultrasessantacinquenni solo del 46,8%, contro una media regionale del 51,15%.

L’epidemia influenzale non giungerà nel nostro Paese nei mesi autunnali, bensì tipicamente nei primi mesi dell’anno nuovo; nella stagione 2013-2014, il picco epidemico è stato raggiunto nella sesta settimana del 2014; ecco perché è importante vaccinarsi a partire dalla fine del mese di ottobre fino a tutto il mese di dicembre.

Nella scorsa stagione sono stati vaccinati contro l’influenza circa 640mila piemontesi, mentre nell’ASL di Biella sono state somministrate circa 25.500 dosi di vaccino antinfluenzale, oltre il 90% delle quali a cura dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta. Allo scopo di aumentare la copertura vaccinale, l’ASL di Biella ha programmato per quest’anno l’acquisto di un numero complessivo di 30.000 dosi di vaccino così distribuite:

  • 27.000 dosi di vaccino antinfluenzale tradizionale split (Agrippal), destinato a soggetti di età compresa tra 6 mesi e 84 anni, a rischio perché affetti da patologie croniche predisponenti a complicanze o per età o perché appartenenti ad altre “categorie a rischio”, come da raccomandazioni ministeriali;

  • 1.500 dosi di vaccino antinfluenzale inattivato adiuvato con MF59 (Fluad), raccomandato nei soggetti di età maggiore o uguale a 85 anni (grandi anziani) e immunodepressi a partire dai 65 anni d’età;

  • 1.500 dosi di vaccino antinfluenzale intradermico (Intanza), dosaggio 15 microgrammi, raccomandato nei soggetti di età maggiore o uguale a 85 anni (grandi anziani) e immunodepressi a partire dai 60 anni d’età.

Il vaccino di quest’anno è invariato rispetto a quello dell’anno scorso. Infatti, esso contiene i seguenti ceppi: A/California/7/2009 (H1N1), cosiddetto virus “Pandemico”; A/Texas/50/2012 (H3N2);  B/Massachusetts/2/2012.

La vaccinazione è gratuita per gli appartenenti alle categorie a rischio, che anche quest’anno potranno vaccinarsi rivolgendosi al proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta.

Di seguito, l’elenco delle categorie per le quali la vaccinazione stagionale è raccomandata ai sensi della Circolare del ministero della Salute “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2014-2015”:

Elenco delle categorie per le quali la vaccinazione stagionale è raccomandata ai sensi della   Circolare del ministero della Salute “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2014-2015”:

1) Soggetti di età pari o superiore a 65 anni;

2) Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza:

a) malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia

broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO);

b) malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite;

c) diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI >30 e gravi patologie concomitanti); 

d) insufficienza renale cronica;

e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie;

f) tumori;

g) malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi,

immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV;

h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali;

i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici;

j) patologie associate a un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es.

malattie neuromuscolari);

k) epatopatie croniche.

3) Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;

4) Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza;

5) Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;

6) Medici e personale sanitario di assistenza;

7) Famigliari e contatti di soggetti ad alto rischio;

8) Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori

(Forze di polizia, Vigili del fuoco, ecc.);

9) Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani:

a) allevatori;

b) addetti all’attività di allevamento;

c) addetti al trasporto di animali vivi;

d) macellatori e vaccinatori;

e) veterinari pubblici e libero-professionisti.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta o al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL BI (tel. 015.3503655).

Tags: campagna antinfluenzale, influenza, vaccinazione, asl bi

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia