E' successo a Salussola

Impianto di aeromodellismo distrutto dai cinghiali

Stampa Home
Articolo pubblicato il 23-09-2016 alle ore 09:27:40.
Impianto di aeromodellismo distrutto dai cinghiali 4
Impianto di aeromodellismo distrutto dai cinghiali 4

Puntuali come un orologio svizzero si sono presentati anche quest’anno. Un gruppo di cinghiali ha danneggiato profondamente l’impianto di aeromodellismo di Salussola. Un episodio che si ripete ormai a scadenza fissa da ben otto anni e che, inevitabilmente, scatena l’ira degli appassionati che utilizzano la pista per il loro hobby.
«E’ una situazione insostenibile - spiega Massimo Zaniboni, socio dell’Aeroclub di Cerrione che, tra le altre cose, si prende cura della pista di Salussola -. Tutti gli anni a metà settembre si ripropone il problema e per noi son dolori. Faccio il possibile per tenere in ordine l’impianto e, in una paio di notti, i cinghiali distruggono tutto».
I danni sono ingenti. Per ovviare alle buche nel prato e sistemare la terra alzata dagli animali servono delle attrezzature specifiche e costose.
«Siamo stufi - aggiunge Zaniboni -, non ne possiamo più. Abbiamo espresso le nostre lamentele ai funzionari provinciali a più riprese, ma non fanno nulla». Secondo gli appassionati di modellistica il fatto che questi episodi si verifichino sempre a metà settembre non è un caso. «Aprono la stagione della caccia - prosegue - e nonostante non lo ammettano è evidente che riforniscano la zona con dei capi ad hoc per i cacciatori. La provincia non fa nulla per contenere il fenomeno e noi subiamo danni che sarebbero perfettamente evitabili se si effettuasse un abbattimento dei capi che creano disordini. Perchè a Vercelli questi problemi non ci sono?».
Un altro aspetto che fa arrabbiare i soci dell’Aeroclub riguarda le tempistiche di intervento. «Dopo l’ultimo caso di qualche giorno fa ho immediatamente segnalato la questione in provincia. La risposta è stata che non c’era personale disponibile, quindi di aspettare. Il problema è che i cinghiali ritornano per due, tre o quattro notti nello stesso punto e continuano a fare danni quando, invece, potevano essere fermati dopo la prima incursione. Inoltre, mi hanno detto di alzare una rete a protezione della pista. Ma mettere una rete per noi che lì’ facciamo volare i nostri velivoli sarebbe impossibile».
A causa delle continue “invasioni” negli ultimi tempi il club ha dovuto rinunciare ad importanti occasioni. «Dovevamo ospitare un torneo che invece si è svolto a Montalto Dora, vicino a Ivrea. Una nota negativa per noi così come per gli albergatori e i ristoratori della zona che avrebbero avuto tanti appassionati provenienti da tutto il Piemonte per un weekend. E ho dovuto annullare corsi di almeno 80 persone. Soltanto di quote ci ho rimesso 12mila euro».
Questa volta però i soci del club sembrano intenzionati ad andare fino in fondo. «Non so ancora se denunceremo o meno la provincia - conclude - ma sicuramente prenderemo qualche provvedimento».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia