L’idea di scrivere il libro è di Stefano Bruscagin presidente di Fidas

Il risotto in “Quaranta sfumature”

Quando si scrive "Quaranta sfumature di riso" la mente rimanda alla trilogia di romanzi erotici che ha spopolato due anni fa. Nel caso in questione, le sfumature sono soltanto 40, non 50, e il contenuto, pur goliardico, ha finalità benefica. Si parla di r

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21-01-2015 alle ore 00:00:00.
il-risotto-in-quaranta-sfumature-560fe00d184c13.jpg
Gli autori del libro

Quando si scrive "Quaranta sfumature di riso" la mente rimanda alla trilogia di romanzi che ha spopolato due anni fa in Italia, in cui venivano esplicitamente descritte scene di erotismo. Nel caso in questione, le sfumature sono soltanto quaranta, non cinquanta, e il contenuto, pur goliardico, ha finalità benefica. Si parla di risotto.

L’intrigante idea è di Stefano Bruscagin, presidente di Fidas onlus di Cossato, l’associazione dei donatori di sangue. Enrico Castellin, membro del gruppo con il ruolo di consigliere, spiega: "Stiamo lavorando alla realizzazione di un libro, Quaranta sfumature di riso, appunto, che conterrà ricette, storie e proprietà di questo cereale, con l’obiettivo di dare visibilità all’attività dei donatori di sangue, trovare nuovi volontari e raccogliere fondi da reinvestire in queste finalità. L’idea è di Stefano, è lui l’appassionato, lo chef, ed è sostenuta dai successi raccolti nelle diverse manifestazioni a cui abbiamo partecipato cucinando, dalla gara di pesca dei Pierini pescatori di Cossato alla gara dei risotti della Pro loco di Gifflenga, con la quale abbiamo vinto il primo premio della giuria popolare proponendo il risotto speck e mela verde. Nel 2014 abbiamo raccolto 499 sacche di sangue, un numero di cui siamo soddisfatti e che speriamo di mantenere grazie anche a quest’ultima trovata di Stefano. Sempre l’anno scorso, fidandoci della sua incoscienza, ognuno di noi nella vita di occupa di tutt'altro, nessuno è cuoco, abbiamo lanciato la prima edizione della festa del risotto e anche quella è stata un successo: seicento porzioni in due giorni, valorizzando i prodotti locali: riso, formaggio, mele e vino. Un risultato eccellente per noi neofiti. Fantasia dopo fantasia Stefano è arrivato all’idea del libro".

Enrico, donatore e volontario, collabora cimentandosi anche lui in cucina. Scatta fotografie ai piatti che serviranno ad illustrare il testo e pensa già al lancio della pubblicazione, mirando in alto. "Penso a Striscia la notizia, il nostro Ezio Greggio, nel corso della trasmissione presenta sempre dei libri; penso che ci darebbe una bella mano se accogliesse anche il nostro. Per ora, lo so, è solo un bel sogno, ma voglio proporlo al direttivo Fidas, con la speranza che si realizzi".

Tags: quaranta sfumature di riso, cossato, stefano bruscagin, enrico castellin, fidas, donatori sangue

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia