Ingegneri e architetti hanno potuto vedere la struttura da loro ideata

I progettisti in visita al nuovo ospedale

Nei giorni scorsi, i progettisti che sin dal 1997 hanno progettato il nuovo ospedale hanno visitato la struttura, vedendo di persona la realizzazione.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20-10-2014 alle ore 00:00:00.
i-progettisti-in-visita-al-nuovo-ospedale-560fd47e0df093.jpg
I progettisti in visita al nuovo ospedale

Nei giorni scorsi, i progettisti che sin dal 1997 hanno progettato il nuovo ospedale hanno visitato la struttura, vedendo di persona la realizzazione.

Il gruppo, circa 15 persone tra ingegneri ed architetti, è stato accompagnato alle degenze, al blocco operatorio, al Pronto Soccorso, alla Rianimazione, alla mensa e ai locali tecnici in cui trovano collocazione gli impianti, esprimendo, di volta in volta, soddisfazione nel vedere la struttura ospedaliera ormai completata.

L’ingegner Matteo Bo, che fino al 2008 è stato il direttore dei lavori, ha evidenziato come le caratteristiche strutturali ed impiantistiche del nuovo ospedale siano ancora moderne a distanza di 15 anni dalla loro progettazione: «Sono davvero poche le realtà che vantano standard prestazionali e livelli di comfort così elevati per pazienti ed operatori. Siamo entusiasti di vedere l’opera completamente realizzata e di constatare quanto sia ancora attuale. Il nuovo ospedale dell’ASL BI è una struttura flessibile; durante i lavori è stato necessario ripensare alcuni aspetti strutturali alla luce dei cambiamenti delle esigenze nell’ambito della programmazione sanitaria regionale e il nosocomio è stato perfettamente in grado di recepire queste modifiche, senza dover ricorrere a grandi stravolgimenti. Gli impianti si integrano perfettamente con le caratteristiche dell’edificio e risultano tutt’ora moderni e funzionali».

Tra i presenti anche Pierluigi Feltri, architetto che era in staff alla Direzione dei Lavori, il quale ha ricordato come, ai tempi, la scelta fosse ricaduta su impianti e materiali innovativi per l’epoca: «Già allora avevamo puntato molto sulla modernità ed è questo il motivo per cui l’ospedale si può ancora considerare innovativo. Anche la scelta del legno, spesso criticata, è stata una soluzione ragionata; il legno, elemento naturale, mitiga l’impatto che l’osservatore ha guardando le grandi facciate esterne del nuovo ospedale. Trattandosi di un elemento vivo, il legno cambia nel tempo, regalando così dinamicità all’intero edificio».

Tags: progettisti in visita al nuovo ospedale, asl bi, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia