La paga del sabato di Giuliano Ramella

I furbetti dell'Unione industriale biellese

Quasi quasi non ci credevo. E invece no, è proprio vero: l'Unione Industriale Biellese, dopo aver annunciato poco più di un anno fa con larghi suoni d'ottone la fusione con le organizzazioni industriali di Vercelli e di Novara, ha stoppato l'operazione e

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12-07-2015 alle ore 10:37:16.
i-furbetti-dellunione-industriale-biellese-560ff07fd5cb23.jpg
Giuliano Ramella

Quasi quasi non ci credevo.  E invece no, è proprio vero: l'Unione Industriale Biellese, dopo aver annunciato poco più di un anno fa con larghi suoni d'ottone la fusione con le organizzazioni industriali di Vercelli e di Novara, ha stoppato l'operazione ed ha ripreso la propria autonomia territoriale, organizzativa e gestionale.  Non prima però di aver scaricato ai “fratelli” novaresi alcuni fardelli che scassavano i bilanci UIB, in particolare il giornale aziendale (Eco di Biella) e le iniziative commercial-editoriali ad esso collegate.  Poi dice che i biellesi non  sono svegli e furbi.

E' una buona notizia che conferma il processo di restaurazione in atto e la restituita centralità dell'UIB nel sistema decisionale e di potere biellesi, dopo lustri di appannamento rispetto ad una politica invadente, ricca, ladra e sborona, ora ridotta al fantasma di sè, popolata di militi ignoti e boy scout, con una credibilità peggiore perfino di quella dei giornalisti.   UIB ha lavorato, e ancora deve,  per riprendersi il territorio: ha cominciato ripulendosi i bilanci con la promessa di nozze a vercellesi e novaresi, ha proseguito con l'assalto alla Camera di Commercio di Biella assumendone il controllo, ha concluso (è roba recente) con l'acquisizione della presidenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella a cui ha portato Franco Ferraris, esponente della famiglia Zegna principale azionista UIB.  Dopodichè con le proprie due filiali (Fondazione e CdC) ha organizzato il convegno Biella in Transizione per disegnare il futuro per il Biellese, candidandosi ad esserne sceneggiatore e regista nonostante il tentativo di inserimento, peraltro  benignamente accolto, del presidente della provincia Emanuele Ramella Pralungo.

Un destino forse migliore (?) come biellesi ci tocca rispetto alla paventata ipotesi, a fronte della metamorfosi del renzismopidista, di morire democristiani. Morire confindustriali.

Giuliano Ramella

La rubrica di Giuliano Ramella viene pubblicata ogni sabato sulla Nuova Provincia di Biella

Tags: paga del sabato, Giuliano Ramella

Articoli dello Stesso Argomento

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia