Vedendolo nell’auto col finestrino quasi chiuso e sotto il sole, ha chiamato i carabinieri

«Ha lasciato quel cane in macchina per un’ora»

È nato un acceso scambio di opinioni su Facebook, in seguito alla diffusione della notizia di un cane chiuso in una Panda lasciata al sole in piazza Curiel a Biella.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12-06-2015 alle ore 00:00:00.
ha-lasciato-quel-cane-in-macchina-per-unora-560feeae4f4f43.jpg
Foto di repertorio

È nato un acceso scambio di opinioni su Facebook, in seguito alla diffusione della notizia di un cane chiuso in una Panda lasciata al sole in piazza Curiel a Biella. Samantha Cantone, 23 anni, di Biella, vedendo l’animale in macchina, ha deciso di chiamare i carabinieri ed aspettare il proprietario.

«Non c’è stato nessun alterco – afferma Francesco Rota, 37 anni, di Gaglianico, proprietario di Leo, un Dogo argentino -. I carabinieri sono intervenuti poco prima del mio arrivo, su richiesta di alcune persone che stazionavano nel bar attiguo. Io non ho avuto alcun rapporto verbale con chi aveva fatto la segnalazione. Ero in macelleria e quando sono tornato alla mia auto, con la busta ancora in mano, ho visto che c’erano le forze dell’ordine con una ragazza. Mi sono stati chiesti i documenti, è stato constatato che Leo era in ottime condizioni e poi me ne sono andato. Io sono notoriamente legatissimo al mio cane che sta sempre con me, anche al lavoro: ho un’agenzia di assicurazioni e Leo si occupa dell’ufficio reclami. Scherzi a parte, è un Dogo, ma è veramente buono e tontolone».

«Prima di chiamare i carabinieri – afferma Samantha Cantone -, l’ho chiamato più volte. La sua risposta, volgare, è sempre stata di non dargli fastidio. Eravamo io, mia sorella e alcuni amici seduti al bar in piazza Curiel. Dopo aver visto il cane chiuso in macchina per molto tempo deciso di andare a chiamare il proprietario che si trovava in macelleria. I finestrini della macchina erano aperti, ma ci passava solo un braccio. Dopo 45 minuti in cui il cane era ancora in macchina ho chiamato i carabinieri. All’arrivo delle forze dell’ordine è subito uscito e si è avvicinato con aria da sbruffone, denigrando e sminuendo le nostre preoccupazioni per il cane, tutto corredato da insulti. Secondo le forze dell’ordine intervenute l’unica cosa che potevo fare era quella di querelarlo per gli insulti, ma non mi interessa, il problema era l’animale che rischiava di stare male, molto male».

Tags: cane nell`auto sotto il sole, polemica, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia