La bellissima lettera di Marco, un tifoso dell’Angelico, pubblicata sulla pagina Fb del club

«Grazie per questo sogno. Fino alla fine, forza Biella»

Alcuni se ne sono già andati. Gli Usa hanno fatto ritorno Oltreoceano, qualcuno degli italiani è tornato a casa, dando l’addio (si spera in pochi, pochissimi casi) oppure l’arrivederci (sarebbe bello fosse così per tutto il fantastico gruppo dell’ultima s

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20-05-2014 alle ore 00:00:00.
grazie-per-questo-sogno-fino-alla-fine-forza-biella-560facdfdb97e3.jpg
Un sogno che ha portato anche alla conquista del primo trofeo

Alcuni se ne sono già andati. Gli Usa hanno fatto ritorno Oltreoceano, qualcuno degli italiani è tornato a casa, dando l’addio (si spera in pochi, pochissimi casi) oppure l’arrivederci (sarebbe bello fosse così per tutto il fantastico gruppo dell’ultima stagione, ndr) al prossimo anno.

Ma intanto non si è ancora placato l’eco di quanto l’Angelico ha saputo fare in questo campionato, vincendo la Coppa Italia dopo il secondo posto al termine del girone di andata, chiudendo la regular season al quarto posto e andando a sfidare ad armi pari una corazzata come la Manital Torino, costretta agli staordinari per proseguire la propria corsa nei play-off.

Quella che andiamo a pubblicare poche righe più avanti è la lettera che un tifoso rossoblù - Marco - ha pubblicato sulla pagina facebook di Pallacanestro Biella. Non servono altre parole per commetare queste parole se non un motto che ormai è nel cuore della gente che abitualmente prende d’assalto le tribune del Forum: “Rossoblù per un giorno, rossoblù per la vita!”.

“Dopo la serata di ieri (quella di gara4 dei play-off a Torino contro la Pms, l’ultima partita ufficiale dell’Angelico 2013/2014) sento arrivare solo ora la consapevolezza che un anno è davvero finito. Voglio scrivervi questo da tifoso e da persona che vuole solo ringraziare per quello che è stato un sogno.

Il primo grazie, il più grande, va sicuramente alla squadra.

A cominciare da Tommy Raspino, che a inizio anno ha preso in mano la responsabilità di capitanare un gruppo di persone messe insieme partendo dai cocci di una squadra che manco doveva esistere.

Grazie a Marco Laganà, che ho visto piangere l’anno scorso all’ultima di campionato e a mia volta mi ha insegnato cosa sia l’attaccamento a un nome come Biella.

Grazie a Luca Infante, colosso e mastino incitato dalla curva a far sentire la sua mole su ogni avversario che passasse di fianco e che mai si è rifiutato di regalare esperienza alle nuove leve.

Grazie a Simone Berti, che ha dotato Biella di una figura di papà e allo stesso tempo di un realizzatore freddo nei momenti giusti.

Grazie a Giacomino Bloise, che ha coperto un infortunio importante per Biella e che si è dimostrato capace di sgattaiolare ovunque la palla si potesse recuperare (anche sotto le gambe di gente con esperienza decennale).

Grazie insieme a Hollis e Voskuil che ci hanno messo la forza, il cuore, la mira e tanto tanto gioco per portare punti su punti e per non fermarsi finchè la palla non entrasse nel cesto.

Grazie a Lombardi e Chillo per aver portato l’aria di un oro continentale e averlo fatto pesare su ogni avversario che si avvicinasse all’area di Biella.

Grazie a De Vico e Murta che hanno assaggiato panchine ma hanno saputo contribuire qualora chiamati a sacrificarsi per la vittoria o per calmare gli animi della sconfitta.

Il grazie più evidente e più ingombrante va a 3 uomini come Coach Corbani, Minessi e Fioretti, che dalle ceneri hanno saputo far volare una fenice.

Grazie a Biella, allo staff, dai più in vista ai meno esposti, da chi ci ha messo la faccia a chi ha lavorato nelle stanze buie senz’aria per permettere a noi di godere di un anno così spettacolare e così esaltante.

Personalmente vorrei rivedere tutto il team l’anno prossimo, ma come si cresce a Biella bisogna saper salutare chi se ne va con onore e rispetto.

Fino alla fine. Forza Biella!”.

a.r.

Tags: lettera tifoso angelico, grazie per questo sogno, basket, pallacanestro, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia