Disegneranno i giocattoli del nuovo reparto di pediatria

Gli studenti del liceo al lavoro in ospedale

Per la fine dell’estate 2014 è prevista l'inaugurazione del nuovo ospedale di Biella. E ai ragazzi del Liceo G e Q. Sella è stato affidato un ruolo importante che consiste tra l’altro nella progettazione delle sedute che andranno ad arredare la terrazza

Stampa Home
Articolo pubblicato il 26-03-2014 alle ore 00:00:00.
gli-studenti-del-liceo-al-lavoro-in-ospedale-560fa992295db3.jpg
Studenti del liceo in una foto d'archivio

Per la fine dell’estate 2014 è prevista l'inaugurazione del nuovo ospedale di Biella. E ai ragazzi del Liceo G e Q. Sella è stato affidato un ruolo importante che consiste tra l’altro  nella progettazione delle sedute che andranno ad arredare la terrazza del nosocomio e nella  realizzazione dei giocattoli per il reparto di pediatria. Il progetto è molto ampio e coinvolgerà gli studenti degli indirizzi Classico, Linguistico e Artistico. Per i  ragazzi del  Classico sono state ipotizzate attività di allestimento di una biblioteca/ spazio multi-confessionale in collaborazione con il Monastero di Bose; per il Liceo Linguistico traduzioni in diverse lingue di frasi, slogan e provocazioni di Gino Strada, fondatore di Emergency; per il Liceo Artistico, compresa la classe attiva presso la Casa Circondariale, interventi di progettazione e installazione  artistica in collaborazione e con il coordinamento di Cittadellarte della Fondazione Pistoletto.

Il progetto, di durata biennale, sarà reso possibile dal contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e coinvolgerà le classi terze di tutto il Liceo più le quarte del solo Indirizzo Artistico. Nell’anno scolastico in corso è prevista la realizzazione di una prima fase progettuale ad opera degli studenti dell’ Artistico che, sotto la guida dei docenti delle discipline di indirizzo,  Denise De Rocco, Nadia Landrino e Leonardo Pierro, produrranno singole, originali proposte di sedute per la terrazza del nuovo ospedale, da realizzarsi con materiali ecocompatibili e, laddove possibile, anche di riciclo. Agli studenti della Casa Circondariale spetterà il compito di progettare e poi produrre giocattoli in materiale sempre eco-compatibile per il reparto di Pediatria.

I progetti dei giocattoli e i disegni delle sedute saranno esposti durante l’inaugurazione del nuovo ospedale e in pianta, i progetti riprodurranno anche il simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto che incontrerà domani gli studenti per dare l’avvio ai lavori di progettazione. Nella giornata successiva saranno gli alunni della Casa Circondariale ad incontrare l’artista, a testimonianza di quanto cultura ed arte siano in grado di abbattere tutte le ‘barriere’ fisiche e morali, promuovendo la crescita e il riscatto della persona.

Sempre domani il direttore sanitario del nuovo ospedale, Franco Piunti, presenti il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Luigi Squillario e l’artista Michelangelo Pistoletto, presenterà ed illustrerà il progetto agli studenti e ai docenti nel salone del Museo Roccavilla nel Liceo Sella.

Tags: Liceo Sella, Biela, nuovo ospedale, Michelangelo Pistoletto, Cittadellarte, pediatria, Gino Strada, Emergency, casa circondariale, Denise De rocco, Nadia Landrino, Leonardo Pierro

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia