L'Asl aderisce all'iniziativa. Medici e infermieri forniranno informazioni e distribuiranno material

Giovedì la "Giornata mondiale del rene"

L’ASL BI aderisce alla “Giornata Mondiale del Rene”, iniziativa promossa dalla Società Italiana di Nefrologia e dalla Fondazione Italiana del Rene

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11-03-2014 alle ore 00:00:00.
giovedi-la-giornata-mondiale-del-rene-560fa8b709a103.jpg
Giovedì la "Giornata mondiale del rene"

Anche l’ASL BI aderisce alla “Giornata Mondiale del Rene”, iniziativa promossa dalla Società Italiana di Nefrologia e dalla Fondazione Italiana del Rene.

Giovedì 13 Marzo, medici ed infermieri della Struttura Complessa Nefrologia e Dialisi dell’ASL BI, diretta da Roberto Bergia, saranno a disposizione dei cittadini in reparto, dalle ore 8 alle ore 16 per fornire informazioni e distribuire materiale illustrativo.

L’evento ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione rispetto al fatto che le malattie renali sono diffuse e pericolose, ma si possono prevenire. Obesità, diabete e ipertensione colpiscono i reni in modo silenzioso e le persone che soffrono di queste malattie sono anche quelle più a rischio di sviluppare una nefropatia.

Ogni anno in Piemonte, circa 700 nuovi casi giungono ad una insufficienza renale. Di questi, circa il 20% ha l’indicazione al trapianto renale, mentre i rimanenti devono essere trattati a vita con la dialisi.

I reni svolgono un lavoro silenzioso, ma molto importante e, quando si ammalano, non sempre i sintomi si manifestano. Un’alimentazione sana e un’attività fisica regolare aiutano a prevenire le malattie renali, così come tenere sotto controllo la pressione arteriosa può essere un primo passo per diagnosticare un problema renale ed eventualmente bloccare l’evoluzione del danno.

In Italia, le malattie renali sono in continuo aumento: ancora troppe persone giungono alla dialisi e al trapianto e più di 5milioni di persone non sanno di avere una malattia ai reni. I sintomi iniziali sono l’ipertensione, la necessità di urinare durante la notte, la stanchezza fisica e la presenza di sangue o proteine nelle urine. I soggetti a rischio sono gli adulti con più di 60 anni, ipertesi, diabetici e obesi che hanno famigliari con malattie renali.

 

Tags: giornata mondiale del rene, asl bi

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia