Il pilota biellese nel weekend ha corso a Laguna Seca

Fine settimana in chiaroscuro per Ayrton Badovini

Fine settimana in chiaroscuro per Ayrton Badovini a Laguna Seca. Il nono appuntamento del Mondiale Superbike, l’ultimo prima della lunga sosta estiva, è stato caratterizzato dal cielo nuvoloso, anche se non ha piovuto.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17-07-2014 alle ore 00:00:00.
fine-settimana-in-chiaroscuro-per-ayrton-badovini-560fca8751ef23.jpg
Ayrton Badovini

Fine settimana in chiaroscuro per Ayrton Badovini a Laguna Seca. Il nono appuntamento del Mondiale Superbike, l’ultimo prima della lunga sosta estiva, è stato caratterizzato dal cielo nuvoloso, anche se non ha piovuto.

La prima gara non è stata positiva per il pilota biellese, costretto al ritiro nel corso del 19esimo per un problema meccanico alla “sua” Bimota BB3. Grande protagonista è stato Marco Melandri, che ha dominato la prova con la sua Aprilia, riscattando almeno in parte una annata sino ad ora deludente, che lo vede con uno svantaggio di 43 punti rispetto al compagno di scuderia Sylvain Guintoli, nell’occasione secondo al traguardo. Terzo gradino del podio per il campione del mondo in carica Tom Sykes, andato lungo nel “mitico cavatappi” nel corso del primo giro e costretto quindi a inseguire. Quarta posizione per la Ducati di Davide Giuliano.

Molto meglio Badovini nella seconda prova, quando ha tagliato il traguardo in ottova piazza, al primo posto nella categoria Evo. In gara2 - gara infinita, fermata due volte dalla bandiera rossa in seguito ai brutti incidenti di Alex Lowes e Sylvain Barrier e ridotta a prova sprint dopo la prima interruzione - è arrivato il pronto riscatto di Sykes, che ha portato la Kawasaki davanti a tutti approfittando dello scivolone all’ultima curva di Melandri e precedendo Guintoli e la Honda di Jonathan Rea.

Ancora una volta, dunque, Ayrton Badovini si è rivelato uno dei migliori della classe Evo, anche se sfortunatamente anche negli Stati Uniti i suoi risultati non sono stati omologati e i piazzamenti sono stati cancellati dalla graduatoria.

Ora il circus della Superbike si potrà godere un po’ di meritato riposo, tornando infatti in pista solamente alal fine dell’estate, precisamente domenica 7 settembre a Jerez de la Frontera, in Spagna. Ma quella negli States potrebbe però essere stata l’ultima opportunità per il talentuoso pilota biellese e per la casa di Rimini, che entro il 13 agosto dovrà dimostrare alla commissione della Fmi - la Federazione Internazionale - di aver prodotto e soprattutto immatricolato i 125 esemplari stradali prescritti dal regolamento.

Tags: ayrton badovini, superbike, bimota, laguna seca, motomondiale

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 09-12-2017
Lo sfogo di un lettore : Riportiamo integralmente la protesta di un nostro lettore amareggiato e preoccupato per gli episodi di vandalismo che ripetutamente avvengono nel suo quartiere.
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia