La campagna del Fai di Biella in occasione del 7° Censimento nazionale

"Fai un salto nel Cervo" e votalo come luogo del cuore

Ha avuto inizio lo scorso 13 maggio e si concluderà il prossimo 30 novembre 2014 la 7ª edizione del Censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI - Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa San Paolo.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21-10-2014 alle ore 00:00:00.
fai-un-salto-nel-cervo-e-votalo-come-luogo-del-cuore-560fd48ad0efd3.jpg
Una veduta del Cervo (Marco Veronese)

Ha avuto inizio lo scorso 13 maggio e si concluderà il prossimo 30 novembre 2014 la 7ª edizione del Censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal  FAI - Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa San Paolo, attraverso il quale ogni cittadino può segnalare e votare un luogo che ha particolarmente a cuore e che desidera sia valorizzato e protetto.  Si tratta di una campagna di sensibilizzazione sul valore artistico-culturale e paesaggistico del nostro Paese, rivolta alle istituzioni, alla società civile e al terzo settore.

L’obiettivo principale è quello di favorire la collaborazione tra i vari soggetti che, a vario titolo, abbiano un interesse a confrontarsi su progetti di valorizzazione e tutela dei beni segnalati. Vi è, inoltre, la possibilità di ottenere un intervento diretto del FAI e Intesa Sanpaolo, a sostengo di iniziative concrete.

Nell’ambito di questa campagna nazionale, la delegazione FAI di Biella promuove la raccolta di firme a favore del torrente Cervo.

"La motivazione di tale scelta - spiegano i promotori - risiede nel fatto che il torrente Cervo tiene uniti i diversi temi che la Delegazione FAI di Biella intende affrontare nel prossimo triennio: agricoltura, ex industria, montagna sono gli ambiti che si ritiene possano essere centrali per migliorare il futuro di questo territorio".

"Il Cervo - continuano - si compone di realtà variegate, di villaggi diffusi e preziose architetture rurali, di esigenze diversificate ed eccellenze, di paesaggi ameni e luoghi in declino. Auspichiamo di riuscire a far dialogare la varietà di attori istituzionali e del terzo settore sul/nel/tra e soprattutto per il torrente Cervo. Negli anni passati l'approccio per valorizzare il territorio consisteva nel porre per lo più attenzione a un singolo manufatto, una villa, una chiesa rurale, una coltivazione agricola, oggi lo scenario contemporaneo suggerisce nuovi sguardi e azioni innovative. L'approccio per la valorizzazione del territorio consiste nell'ascoltare in profondità i luoghi, mettendone in luce frammenti primordiali, vitali, fluidi e utili per il nostro futuro; piccole cose, dunque, eppure importanti per il nostro destino".

La Delegazione FAI di Biella ha scelto il torrente Cervo perché è un elemento naturale e antropico del Biellese che necessita di cura, che attraversa la montagna, l'archeologia industriale e la coltivazione agricola spesso senza venire adeguatamente percepito.

"Il torrente Cervo - concludono dal Fai - ha avuto un ruolo decisivo dall'alba dei tempi alla rivoluzione industriale, utile per l'abbrivio del distretto laniero, marginale invece nel periodo della crescita urbana. Oggi ha un ruolo potenziale straordinario, da rigenerare, per favorire la ri-nascita auto-sostenibile ed ecologica del nostro territorio".

Obiettivi

Fai un salto nel Cervo! si propone come messaggero dei molteplici desideri espressi dalle comunità che abitano il torrente, dal Lago della Vecchia alle risaie di Mottalciata.

Fai un salto nel Cervo! si propone di tenere insieme le idee veicolate dalle comunità che toccano la valorizzazione del Cervo mediante iniziative strategiche, grandi e piccole, di qualità, sensibili ai valori naturali, storici, culturali, costruttivi, che riguardano i paesaggi del Cervo (montano, industriale, agricolo).

Fai un salto nel Cervo! si propone di concorrere alle iniziative attraverso operazioni di sensibilizzazione, di ricerca e di progetto, mediante gli auspicabili contributi provenienti dall'esito della campagna nazionale FAI I Luoghi del Cuore.

Incontri

Ha avuto luogo lunedì 13 ottobre, presso la sede della Comunità Montana Valle del Cervo – La Bürsch ad Andorno, un primo incontro di presentazione della proposta del FAI Delegazione di Biella.

Maurizio Piatti, presidente della Comunità Montana Valle del Cervo ha accolto Francesca Chiorino, Capodelegazione FAI di Biella, Francesca Boschetti e Cesare Piva rispettivamente vicepresidente e delegato Cultura del FAI. Presenti in sala numerosi amministratori dei comuni della valle e alcuni rappresentanti di associazioni locali. Alla presentazione della proposta è seguito un animato dibattito. Il FAI intende ora mettersi in contatto con altre realtà che siano portatrici di interesse nella città di Biella come nei comuni del territorio, per stimolare la partecipazione attiva, propositiva e critica.

Votazione

La votazione può avvenire on line sul sito www.iluoghidelcuore.it oppure attraverso la raccolta firme che fa capo alla Comunità Montana Valle del Cervo – La Bürsch.

Tags: fai un salto nel cervo, luoghi del cuore, censimento nazionale, fai, fondo ambiente italiano

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia