ALASINISTRA

Eppur si muove!

La rubrica di Roberto Pietrobon

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22-05-2016 alle ore 15:30:00.
Roberto Pietrobon
Roberto Pietrobon

Eppur si muove!. Verrebbe da parafrasare Galileo nel vedere la campagna appena avanzata dalla destra cittadina per sei mozioni di iniziativa popolare su temi tanto concreti quanto, ad oggi, avulsi dal dibattito politico cittadino. La raccolta firme è di Fratelli d’Italia dopo che il loro consigliere comunale, Andrea Delmastro, si è visto respingere altrettante mozioni da parte della maggioranza PD che amministra Biella. Le proposte spaziano da riduzioni dell’IMU per chi affitta casa a prezzi agevolati, alla possibilità di riscattare un alloggio di edilizia sociale.

 

Si parla anche di gestione della spesa pubblica con la creazione di una società unica per i servizi (rifiuti e acqua) e si propone una nuova modalità di raccolta dei rifiuti. A queste proposte si affiancano altre due che connotano marcatamente la provenienza dei promotori: “il criterio di anzianità di residenza” per l’assegnazione delle case popolari (proposta di dubbia costituzionalità) a quella per l'introduzione del cosiddetto “quoziente famigliare” per l’accesso alle fasce di sconto per i servizi comunali.

La destra locale quindi spinge sul pedale dell’acceleratore (la campagna partita da FdI ha visto l’adesione anche di Lega e Forza Italia) dopo due anni nei quali tutto si può dire eccetto che abbia rappresentato un’opposizione incisiva all’Amministrazione di Marco Cavicchioli. Non ricordiamo – a parte l’inutilmente muscolare bagarre sul registro sulle unioni civili – momenti nei quali il centro destra biellese abbia avanzato critiche o proposte politiche alternative al PD. Facile urlare - un giorno sì e l’altro pure - contro “l’invasione”, molto più difficile immaginarsi un diverso welfare municipale che intercetti i nuovi bisogni con le reali possibilità di intervento che un ente locale può svolgere.

 

Da questo punto di vista le proposte di Delmastro&co. sono viziate da un’impostazione ideologica (prima gli italiani, prima le famiglie) piuttosto che volte a ridefinire “quali sono i nuovi bisogni”, “come si affrontano le nuove povertà” ridiscutendo, così, tutto l’impianto di erogazione dei servizi, gli interventi sociali da mettere in campo, la necessità di inclusione che non può mai avvenire per sottrazione. La coperta inoltre è sempre più corta, i soldi a disposizione dei comuni sempre più scarsi. Scelte imposte dall’alto, per ridurre le capacità di manovra (e quindi di spesa) dei governi di prossimità (enti locali) portano a restringere sempre di più gli spazi di democrazia a favore di istituzioni a-democratiche come quelle europee.

 

Sarebbe bello a questo punto che si discutesse – non tanto e non solo di queste proposte – ma realmente e efficacemente di quello che può fare o non può fare una Città come Biella per venire incontro ai nuovi bisogni sociali, alle nuove povertà e al raggiungimento di un benessere diffuso dei suoi cittadini.
Purtroppo non si farà; molto più facile continuare il solito gioco delle parti per utilizzare quando serve i poveri come pedina elettorale, confidando che “le formiche non si incazzino davvero”. Sarebbe ora invece che cominciassero ad incazzarsi!

 

Roberto Pietrobon
www.alasinistra.org

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia