Domenica l’appuntamento con la tradizionale corsa che ha preso il posto della "Torino-Biella"

Ecco il "Giro della Provincia"

Tutto pronto per il “Giro della Provincia 2015”. La prestigiosa competizione organizzata dall’Ucab, giunta alla 19esima edizione è infatti in programma domenica - 12 aprile - e varrà come 73esimo “Trofeo Torino-Biella”.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09-04-2015 alle ore 00:00:00.
ecco-il-giro-della-provincia-560fea0a6b2923.jpg
Ecco il "Giro della Provincia"

Tutto pronto per il “Giro della Provincia 2015”. La prestigiosa competizione organizzata dall’Ucab, giunta alla 19esima edizione è infatti in programma domenica - 12 aprile - e varrà come 73esimo “Trofeo Torino-Biella”.

Ma non mancano le novità. La più importante è senza dubbio quella di torna alla massima categoria tra “i puri”, vale a dire i dilettanti. Niente Juniores, dunque, quest’anno, ma Elite e Under23. Anche la volontà in qualche modo di festeggiare il novantennio di fondazione del club, i dirigenti rossoneri - guidati dal presidente Filippo Borrione - si è presa la decisione di ritornare appunto alla categoria in cui nel lontano 1940 venne disputata per la prima volta: il vincitore di quella prima edizione fu l’indimenticato Antonio Covolo, poi professionista e poi commissario tecnico della nazionale.

Viene riconfermato il collaudato percorso “in linea”, caratteristico ormai di poche classiche, impegnativo per gli organizzatori ma molto gradito da corridori e società. Una “Classica” a tutti gli effetti che ha permesso negli ultimi anni, grazie proprio al risultato ottenuto a Biella, il passaggio al professionismo di molti atleti. Otto i traguardi intermedi allestiti dall’Ucab e alcuni dedicati a simpatizzanti ed ex soci spicca l’ultimo a voler ricordare un vero e proprio amico e personaggio del ciclismo biellese, quel Fabrello Gervasio che è stato molto vicino ai colori dell’Ucab e ha rappresentato un supporto indispensabile per la nostra società per parecchi anni.

Il percorso

Quartier generale sarà ancora una volta l’Agorà Palace Hotel, mentre per quel che riguarda il tracciato, ricalcherà come detto quello delle edizioni precedenti. Partenza dalla centrale via Lamarmora alle 13.55 e arrivo nella adiacente Piazza Vittorio Veneto intorno alle 17, 147 i chilometri da percorrere. Dopo le operazioni preliminari e l’incolonnamento dei mezzi ufficiali e delle ammiraglie al seguito, la carovana si sposterà verso il “chilometro 0” di Corso Europa, il percorso spazierà poi su tutto il territorio della nostra Provincia, attraverso la pianura, le colline e i molti comuni.

Leggera discesa direzione Massazza, in mezzo alle risaie, per poi risalire verso la collinare Cossato dal bivio La Donna e proseguire sulla “Biella-Laghi”, attraversando terre di vigneti, poi a Roasio si gira a sinistra alla volta di Sostegno, discesa su Crevacuore. Da qui si risale la Valsessera verso Ponzone, costeggiando la “Fabbrica della Ruota”, poi Crocemosso, quindi in picchiata sulla discesa tecnica che conduce a Vallemosso e, con la leggera discesa che stimola i corridori a mantenere fortissime velocità si raggiunge Cossato, percorrendo poi la Provinciale che porta a Biella passando dal ponte sul Cervo di Chiavazza. Successivamente si transiterà lungo via Cernaia, via Bertodano e via Lamarmora, dove inizierà lo spettacolare circuito cittadino da ripetere sei volte, direzione Città Studi - in questo punto si potrà vedere il gruppo per ben due volte ogni giro -, dove si attaccherà il Barazzetto, poi Vandorno e per scendere la strada Calaria e via Pollone, che riconduce su via Ivrea direzione centro citta attraverso via Rigola, via Tripoli, via Torino e infine via Lamarmora. A questo punto, al termine del sesto giro, i corridori proseguiranno diritti per tagliare il traguardo di Piazza Vittorio Veneto.

red.sp.
sport@nuovaprovincia.it

Tags: giro della provincia 2015, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia