La testimonianza di una ragazza di Biella

"Ecco cosa mi ha fatto l'imprenditore "porcone" scovato dalle Iene"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 18-11-2016 alle ore 09:02:38.
"Ecco cosa mi ha fatto l'imprenditore "porcone" scovato dalle Iene" 4
"Ecco cosa mi ha fatto l'imprenditore "porcone" scovato dalle Iene" 4

Guardando il video messo in onda da Le Iene, una ragazza biellese è uscita allo scoperto per raccontare la sua storia. Quell'imprenditore "porcone", che vive in città ed è un padre di famiglia, ci ha provato anche con lei un sacco di volte. «Ci ho lavorato insieme tanti anni fa in un’azienda - racconta la donna che intende restare assolutamente anonima - e nonostante io non lo veda da allora, guardando la tv non ho avuto dubbi. I suoi metodi erano gli stessi, anche se con me non è mai arrivato a tanto. Ha sempre avuto questo “modo di operare”. Sia a me che ad altre colleghe, ha provato a mettere le mani dappertutto. Non mi ha palpata solo perché sapeva che avrei reagito duramente. Però era continuamente alla ricerca di un contatto fisico, ogni scusa era buona per strusciarsi con la schiena, per sedersi dietro di te».
A quel punto una domanda sorge spontanea: perché non l’ha mai denunciato (tuttora a suo carico non risultano esserci denunce)? «Perché è una persona particolare - continua -. Quando ho preso provvedimenti, ha in parte smesso di comportarsi così, però temevo ripercussioni. Non avevo voglia di finire in un incubo. Il servizio delle Iene è la “giustizia divina”, almeno ha fatto una figuraccia a livello nazionale».
Secondo questa donna, infatti, chi ha avuto a che fare con lui e con i suoi modi, non ha avuto difficoltà a capire di chi si trattasse: «L’ho riconosciuto da tanti dettagli - spiega -, dalle mani, dal modo di parlare... E’ lui. Ho sempre sperato che prima o poi venisse beccato».
E come lei, stando al suo racconto, ci sono altre donne che hanno subito attenzioni anche peggiori: «So con certezza che a un paio di colleghe è arrivato a mettere le mani sul seno - ricorda -. Io ero abbastanza categorica  e quindi una cosa del genere non è mai successa; altre invece, che magari non se la sentivano e non sono riuscite a bloccarlo subito, si sono trovate le mani dappertutto. Psicologicamente era una molestia continua, con frasi del tipo “che belle gambe che hai”, “sei una bella ragazza”, “chissà in costume come stai bene...”».
«Il suo comportamento - conclude - era questo, non si trattava di episodi occasionali. Spero che questa ragazza vada fino in fondo e lo denunci».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia