Junior Biellese e Ceversama non possono ancora dormire sonni tranquilli

Eccellenza, obiettivo salvezza

Obiettivo salvezza. E’ questo il leit-motiv di queste ultime cinque partite della stagione regolare del campionato 2013/2014 di Eccellenza. Almeno per quanto riguarda le due compagini laniere, che in questa 30esima giornata - la 13esima del girone di rito

Stampa Home
Articolo pubblicato il 23-03-2014 alle ore 00:00:00.
eccellenza-obiettivo-salvezza-560fa94ddef113.jpg
Matteo Aimone e' uno dei punti di forza del Ceversama

Obiettivo salvezza. E’ questo il leit-motiv di queste ultime cinque partite della stagione regolare del campionato 2013/2014 di Eccellenza. Almeno per quanto riguarda le due compagini laniere, che in questa 30esima giornata - la 13esima del girone di ritorno,  (calcio d’inizio alle 14.30) - non possono assolutamente dormire sonni tranquilli.

Un vero e proprio scontro diretto quello che attende i bianconeri. La Junior Biellese Libertas sarà infatti impegnata a Caselle. I torinesi sono attualmente l’ultima squadra costretta alla lotteria dei play-out, seppure siano appaiati in graduatoria al Ceversama, rispetto al quale sono in svantaggio per la classifica avulsa. La “Biela” ha cinque punti di vantaggio rispetto ai rivali (36 contro 31) e pertanto una eventuale vittoria potrebbe rappresentare una seria ipoteca sulla salvezza diretta di capitan Francesco Lanza e compagni. Al contrario, una sconfitta andrebbe a complicare, e non poco, il finale di stagione della Junior.

Il successo manca da due mesi pressoché esatti in casa bianconera - l’ultimo risale al 19 gennaio scorso, 2-1 al Charvensod - e da un paio di settimane a questa parte la squadra di mister Giuseppe Albertini è protagonista di prestazioni di buon livello, macchiate però da errori pagati a caro prezzo in fase difensiva e in fase di realizzazione. Contro Baveno e Aygreville, ad esempio, i tre punti sarebbero stati ampiamente meritati, invece sono maturati due pareggio decisamente stretti. «Potevamo già essere al sicuro, è un peccato. Invece ci tocca combattere ancora, a cominciare dalla trasferta di Caselle», è il laconico commento del tecnico, che peraltro dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa.

Venendo al Ceversama, oggi sarebbe salvo senza dover passare dai play-out, ma il fatto di condividere la piazza con il Caselle, che invece dovrebbe passare dagli spareggi per conquistare la permanenza in categoria, non può lasciare tranquilli i gialloblù. Oggi a Verrone è in programma un nuovo scontro diretto, il quinto consecutivo, contro un Gassino San Raffaele che ha solo un punto di vantaggio su Mordenti & C.

Dopo tre belle e convincenti vittorie, una settimana fa la squadra è incappata nella brutta, bruttissima prestazione sul sintetico del “Guido Saba” di Charvensod, dove ha sbagliato in primo luogo l’approccio al match, apparso troppo morbido per una gara con una posta in palio così elevata. «Dipende ancora tutto da noi, i ragazzi ne sono perfettamente consapevoli - analizza l’allenatore Giancarlo Cavaliere -. Certo è che ci sarebbe davvero da preoccuparsi se l’atteggiamento fosse ancora quello messo in campo in Valle d’Aosta. Ma per come conosco i miei giocatori sono più che sicuro che non sbaglieremo la prossima partita».

Andrea Rossetti

Tags: Calcio, campionato eccellenza, Junior Biellese, Ceversama, Gassino, Caselle

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia