Verranno attivate collaborazioni con l'Asl Bi per la realizzazione di un nosocomio in Nigeria

Delegazione di imprenditori biellesi e africani in visita al nuovo ospedale

Una delegazione di esponenti di rilievo delle istituzioni, del mondo imprenditoriale e finanziario di alcuni importanti Paesi dell’Africa (Nigeria, Kenya ed Etiopia) e del Biellese ha richiesto di far visita anche al Nuovo Ospedale dell’ASL BI

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11-07-2014 alle ore 00:00:00.
delegazione-di-imprenditori-biellesi-e-africani-in-visita-al-nuovo-ospedale-560fca266dbdf3.jpg
Il gruppo di imprenditori ed esponenti del mondo finanziario

Una delegazione di esponenti di rilievo delle istituzioni, del mondo imprenditoriale e finanziario di alcuni importanti Paesi dell’Africa (Nigeria, Kenya ed Etiopia) e del Biellese ha richiesto di far visita anche al Nuovo Ospedale dell’ASL BI in occasione della conferenza “Cooperazione Internazionale per lo sviluppo locale: Biella”, che si è svolta lo scorso venerdì 27 giugno.

La cooperazione tra operatori economici del Biellese e di alcuni importanti paesi dell’Africa è stata concepita dal Consortium Folaris di Roma, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di progetti economicamente rilevanti per il nostro territorio, che saranno poi esportati nel continente africano.

Alcune realtà imprenditoriali locali hanno infatti creato una “rete" per supportarsi nella realizzazione di sei progetti nel Biellese, per un investimento complessivo di oltre 90milioni di euro ed una prospettiva occupazionale di oltre 500 posti di lavoro. La cooperazione internazionale farà sì che tali iniziative vengano poi replicate nei Paesi africani emergenti, tramite Consortium Folaris. Il tutto grazie ad investitori internazionali che intendono avallare questa linea di sviluppo, certi del fatto che le conoscenze e le competenze imprenditoriali biellesi potranno sostenere al meglio e, nel tempo, il successo dei progetti nel continente africano. Tutto ciò va nella direzione, oggi particolarmente sentita, di aiutare le popolazioni nei loro territori a trovare valide soluzioni di sostentamento atte a mitigare i flussi migratori.

Uno dei sei progetti riguarda la realizzazione di nuove strutture ospedaliere ed, in particolare, di un ospedale in Nigeria, attraverso la collaborazione tra imprenditori dei Paesi africani, Consortium Folaris e imprenditori biellesi. La delegazione giunta due settimane fa ha dunque voluto osservare da vicino le caratteristiche del nuovo nosocomio dell’ASL BI, per cogliere spunti e valutare la possibilità di finalizzare collaborazioni concrete tra questa struttura e l’ospedale che sorgerà in Nigeria. Per esempio, la cooperazione collaborerà nelle fasi di realizzazione e di gestione, attiverà sinergie tra i professionisti (medici ed infermieri) della Sanità biellese e i professionisti africani, nell’ambito della formazione, dell’assistenza, in campo tecnico e scientifico e, non ultimo, potranno essere stretti rapporti per la presa in carico di pazienti africani in condizioni difficili da parte del nosocomio dell’ASL BI.

La delegazione si è dimostrata particolarmente interessata alle modalità con cui il nuovo ospedale è stato concepito, essendo organizzato con percorsi studiati per “intensità di cura”. I partecipanti, accompagnati da Angelo Penna, Direttore dell’Ospedale degli Infermi, hanno potuto visitare, tra i vari servizi, il Pronto Soccorso, la Cardiologia ospedaliera e una stanza di degenza tipo.

Tags: nuovo ospedale, asl bi, biella, visita, imprenditori

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia